Imola, quasi triplicati i contributi alle attività del centro

 Per dare risposta a tutte le domande, il Comune di Imola porta “da 50.000 a 137.000 euro, quasi triplicandole, le risorse destinate ai contributi a fondo perduto per le imprese del settore commercio e artigianato presenti in centro storico che hanno realizzato o stanno realizzando, fra il 2019 ed il 2021, opere di miglioria dei propri locali”. Motivando la decisione, l’assessore al Centro storico e alle Attività produttive, Pierangelo Raffini, spiega che, “visto che la graduatoria formata dalla commissione che deve valutare le domande ha raggiunto la quota di ben 60 richieste ammesse, abbiamo deciso di dare risposta a tutti gli operatori aventi diritto, autorizzando un prelievo dal fondo di riserva del Comune di 87.000 euro”.

Una scelta, questa, che per Raffini rappresenta “una grande, doppia soddisfazione: in primo luogo perché le imprese del centro storico hanno compreso l’importanza dell’iniziativa, in secondo luogo perché l’adesione è stata tale che sono state presentate e accolte ben 60 domande. Come amministrazione- chiosa- abbiamo voluto premiare chi, in questi due anni di crisi dovuta alla pandemia, ha creduto nella città e in particolare nel centro storico, continuando ad investire per migliorare la propria attività”.

Ovviamente soddisfatto anche il sindaco Marco Panieri, secondo cui “avere quasi triplicato il fondo a disposizione delle imprese è il segno di una grande attenzione verso il centro storico e le attività presenti, che nonostante il periodo difficile della pandemia hanno avuto il coraggio di investire. Un’attenzione che va anche nell’ottica di aumentare il decoro dell’area, per rendere sempre più attrattivo il centro e mettere in valore la sua funzione di centro commerciale naturale”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui