Imola, partono i lavori di rifacimento di via della Cooperazione

Ultimi interventi sulla manutenzione delle strade programmati per il 2022 dal Comune. Da domani a venerdì si svolgerà infatti la sistemazione di via della Cooperazione, nel tratto compreso tra via I Maggio e via Casalegno. Circa un chilometro di sviluppo lungo il quale verrà istituita la chiusura totale di una corsia alla volta, che sarà evidenziata con apposita segnaletica, con il traffico veicolare che verrà deviato nelle strade limitrofe. Sono esclusi dal divieto di passaggio i mezzi di soccorso e i residenti. L’intervento rientra fra quelli aggiuntivi per la manutenzione ordinaria della viabilità. I lavori, progettati da Area Blu, saranno finanziati dal Comune, per un importo complessivo di circa 170mila euro.

Questi lavori avvengono a poche settimane dal completamento di altri interventi, quali la manutenzione stradale della rotatoria Altiero Spinelli, la riqualificazione di via Pasquala e la messa in sicurezza dell’incrocio Cappuccini-Sbarretti-Gaddoni.

Le parole di Raffini

«Con questo intervento di manutenzione – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Pierangelo Raffini – si completano i lavori di rifacimento e asfaltatura del 2022 messi in campo dal Comune. Su questo versante, e durante l’anno, la Giunta ha investito oltre un milione di euro, se si considerano i quasi 950mila per la sistemazione delle strade e i 70mila per quella dei marciapiedi, che vanno sommati agli 800mila euro circa investiti nel 2021 e i 180mila euro di interventi realizzati a fine 2020, appena ci siamo insediati». Cifre che «danno il senso dell’importanza degli investimenti attuati» e che «devono tenere conto della notevole dimensione della rete stradale che si sviluppa nel territorio del Comune di Imola».

Sempre per l’assessore Raffini, «con 700 chilometri di strade comunali su cui fare manutenzione, a cui si aggiungono più di 90 chilometri di piste ciclabili, si può comprendere bene che il lavoro svolto da quando la Giunta Panieri si è insediata è notevole. Certamente – conclude – la programmazione di interventi procederà anche nei prossimi anni, ma l’impegno che ci siamo assunti di dare priorità, tra le altre, alle manutenzioni stradali è al momento rispettato. Mi auguro che i costi extra a cui siamo sottoposti in questi ultimi mesi anche nel settore edile rientrino in parametri affrontabili dalle pubbliche amministrazioni, per permetterci la piena realizzazione dei nostri obiettivi nei prossimi anni, al fine di contribuire a migliorare la sicurezza stradale e più in generale la qualità della vita della nostra comunità».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui