Il paziente 1 del Covid all’Ironman di Cervia: “Mio padre non ce l’ha fatta, il primo pensiero sarà per lui”

Il 40enne Mattia Maestri, il “paziente 1” di Codogno, parteciperà all’Ironman di Cervia e sarà uno dei personaggi più attesi del week-end dal 15 al 18 settembre. Per maestri è un sogno che si avvera e si metterà alla prova con 3.8 km di nuoto, 180 km in bici e la maratona finale. Nel febbraio 2020 fu il primo italiano a cui fu diagnosticato il Covid, venendo ricoverato all’ospedale di Codogno. “Lo faccio innanzi tutto per me stesso – ha dichiarato a Repubblica – ma se posso essere un modello anche per qualcun altro, sono ancora più contento. Per me lo sport rappresenta tantissimo nella vita e quando faccio sport sono felice. Per me lo sport è stato una medicina e penso possa esserlo per tutti. Purtroppo mio padre è morto per Covid: quando scenderò in gara a Cervia, il mio primo pensiero sarà per lui. Spero di completare l’Ironman e di metterci tra le 12 e le 14 ore“.

Mattia Maestri, il paziente 1 di Codogno

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui