Il cardinale Zuppi, arcivescovo di Bologna, è il nuovo presidente della Cei

Bologna – “La nomina da parte del Santo Padre di Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna, a presidente della Conferenza Episcopale Italiana è motivo di profonda soddisfazione. Da sempre vicino ai più deboli e fragili, alla guida dei vescovi italiani viene chiamata una figura di grande spessore e umanità, punto di riferimento costante per i fedeli, capace di parlare all’intera comunità bolognese e regionale. Instancabile portatore di un messaggio di pace e solidarietà, la sua lettura della società contribuisce a trovare risposte alle tante domande aperte in questi anni così difficili”. Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dopo la nomina dell’Arcivescovo di Bologna a presidente della CEI. “Al cardinal Zuppi- prosegue Bonaccini- le più sincere felicitazioni per l’importante incarico, unendomi in questo alla Giunta regionale e a tutta la comunità emiliano-romagnola”.

Il nome di Zuppi ha prevalso su quello del cardinale forlivese Erio Castellucci (Forlì, 8 luglio 1960) dal 3 giugno 2015 arcivescovo-abate di Modena-Nonantola, dal 7 dicembre 2020 19º vescovo di Carpi e dal 25 maggio 2021 vicepresidente per l’Italia settentrionale della Conferenza Episcopale Italiana. Per qualche ora anche il suo nome è stato in ballottaggio con Zuppi che poi alla fine ha prevalso. Da sottolineare comunque che entrambi gli alti prelati in “lizza” provenivano dall’Emilia-Romagna, la cui chiesa è evidentemente molto considerata a Roma da Papa Bergoglio e dalle alte gerarchie ecclesiastiche.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui