Forlì, Minutillo: “Nuovo assessore? Il nome lo facciamo noi”

«Allargare la giunta comunale coinvolgendo tutte le forze politiche al fine di dare un’ulteriore spinta al buon governo della città è giusto e il sindaco Zattini opererà in tal senso: per questo noi di Centrodestra per Forlì gli sottoporremo un nome di alto profilo, adatto a ricoprire un incarico strategico come quello legato alla gestione dei progetti e dei fondi del Pnrr che li supporteranno». È molto netto Davide Minutillo, capogruppo della forza politica rappresentata in consiglio comunale anche da Marinella Portolani e Francesco Lasaponara e che nella dicitura Centrodestra per Forlì fa riferimento alle posizioni nazionali espresse dai centristi di Coraggio Italia, nel reclamare il diritto a indicare la figura che nelle intenzioni del primo cittadino dovrà portare a quota 9 il numero di assessori della sua squadra. Secondo quanto dichiarato al Corriere Romagna dal capogruppo della Lega, Massimiliano Pompignoli, l’assessorato dovrebbe andare a Fratelli d’Italia e su questo ci sarebbe accordo in maggioranza.

I tempi

Minutillo, invece, frena immediatamente. «Se esistono problemi di comunicazione, questi sono tutti interni alla Lega e dovranno chiarirsi i suoi rappresentanti tra loro: io oggi (ieri, ndr) ho nuovamente parlato sia con il sindaco sia con il segretario del Carroccio, Jacopo Morrone, con i quali il dialogo è aperto da giorni e abbiamo convenuto che il mio gruppo indicherà un nominativo e che entro la fine del mese Zattini nominerà il nuovo assessore». Il nome lo farà anche Fratelli d’Italia? Minutillo taglia corto: «Il rimpasto terrà conto delle competenze, la delega al Pnrr le richiede e trovo quanto meno strano si possa pensare di darla a chi rappresenta un partito che sulla gestione dei fondi europei non è coinvolto poiché all’opposizione del Governo Draghi – sorride il consigliere –. Noi, poi, siamo ormai lontanissimi dalle posizioni nazionali e dalla gestione locale, del partito di Giorgia Meloni. Delle esigenze di tutti i gruppi consiliari va, doverosamente, tenuto conto, ma a partire da quelle di Forza Italia e sempre mettendo al primo posto non le bandierine, ma le competenze. Noi le abbiamo e di assoluto rilievo e grazie a noi l’ago politico della giunta resterà al Centro e non si sposterà a Destra».

I dettagli sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui