Forlì, la fiera di “Sapeur” rinviata a primavera

L’onda, altissima, della pandemia, i nuovi positivi al Covid costantemente a quattro cifre in tutte le province romagnole, le persone costrette alla quarantena e le recenti norme governative sull’accesso a luoghi e manifestazioni pubbliche solo previo possesso di “super green pass”, tornano a gravare come un’ombra nerissima sul futuro della fiera di Forlì.

Bilancio in attivo

Nonostante limitazioni e certificazioni verdi da esibire, gli eventi ospitati al quartiere espositivo di via Punta di Ferro, da settembre a fine 2021 hanno avuto un riscontro che il presidente della fiera, Valerio Roccalbegni, definisce «buono se non ottimo, sia per numero di visitatori, sia per la soddisfazione espressa dagli espositori».

Questi appuntamenti, abbinati ai risparmi che la società sta continuamente attuando, hanno portato «a chiudere il bilancio dell’anno con un buon attivo che non era certo preventivabile a fine 2020». Ora, però, la situazione è cambiata e non sono tanto le regole a modificarla, perché «come abbiamo sempre svolto con rigore tutti i controlli su visitatori ed espositori ad ogni manifestazione fieristica, la necessità di essere in possesso del green pass rafforzato non comporta un aggravio per noi o un ostacolo».

Eventi rimandati

No, il vero problema è che se questa nuova necessità può ridurre in parte la platea di chi acquista un biglietto, la “botta”, quella davvero pesante, rischiano di darla a gennaio e febbraio i tanti, troppi contagiati e quarantenati, anche tra chi dovrebbe vendere i propri prodotti, e l’impossibilità di programmare alcunché da un giorno all’altro visti i rischi di essere colpiti dal virus. Ecco perché manifestazioni come “Commercianti per un Giorno” del 16, la fiera enogastronomica “Sapeur – Forlì Wine Festival” (dal 28 al 30, una delle più frequentate in assoluto) e i successivi eventi di febbraio, saranno quasi certamente riprogrammati in primavera, auspicabilmente da marzo. “Natural expo”, ad esempio, ha già da tempo la dicitura “rinviata a data da definirsi”. Manca ancora l’ufficialità, ma è praticamente sicuro che sarà così: sta accadendo in tutte le principali fiere italiane. Troppa gente positiva e troppi timori, adesso.

I dettagli sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui