Covid, Sileri: “La multa da 100 euro? Un incentivo a vaccinarsi”

“La multa di 100 euro per chi non si vaccina può sembrare poca cosa, ma è un ulteriore incentivo a vaccinarsi che si aggiunge all’impossibilità di andare al lavoro per chi non sarà vaccinato ed alla impossibilità di svolgere tantissime attività senza il green pass da vaccinazione o da guarigione”. Ne è convinto il sottosegretario Pierpaolo Sileri intervenuto oggi ai microfoni di 24 Mattino, a Radio24. Aggiungendo: “La luce in fondo al tunnel io la vedo da quando sono arrivati i vaccini, guardiamo il numero dei casi di un anno fa ed i numeri di oggi, con una variante estremamente più contagiosa, e poi guardiamo il numero dei ricoverati in terapia intensiva. Ebbene, i vaccini ci proteggono dalla malattia e ci consentono oggi, a differenza di un anno fa, di tenere aperte in sicurezza le attività economiche e sociali“. Per quanto riguarda l’obbligo vaccinale e la scelta del governo di imporlo solo adesso e solo alle persone con più di 50 anni di età, Sileri ha sottolineato come “la variante Omicron, estremamente più contagiosa dei ceppi precedenti, ha reso necessaria la rimodulazione delle strategie di contrasto alla pandemia; inoltre tutte le evidenze scientifiche concordano su un rischio di ricovero e di malattia grave significativamente più elevato per coloro che hanno superato i 50-60 anni di età, specie se con fattori di rischio per altre patologie”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui