Covid, Castel San Pietro: focolaio in Comune e uffici sanificati

Scattano le misure straordinarie per la sanificazione degli uffici comunali a Castel San Pietro a seguito della segnalazione di un dipendente, operante all’interno dell’ufficio Relazioni con il pubblico, risultato positivo al Covid. Positività avvenuta concretamente e attestata dal tampone in data 4 gennaio. Sale così a sei il numero di dipendenti comunali castellani che da inizio anno a oggi sono risultati positivi al Covid fra il personale operante nel municipio. «L’ultimo in ordine di tempo che è stato comunicato oggi (ieri, ndr) – spiega il sindaco Fausto Tinti – quando il Comune era comunque chiuso al pubblico per il ponte. Si tratta di una persona che opera all’Urp, anche se non in immediato contatto con il pubblico e che è a casa in isolamento da martedì scorso, mentre gli altri dipendenti positivi al Covid sono tutti operatori di uffici interni all’Amministrazione e che non entrano di prassi in contatto diretto con il pubblico. La chiusura degli uffici si è rivelata paradossalmente una coincidenza positiva – aggiunge il primo cittadino – in quanto a seguito dell’immediato intervento di sanificazione degli ambienti ci permetterà di ritornare alle attività ordinarie già da lunedì 10 gennaio». Per quanto riguarda la fase di tracciamento «di questa ovviamente «se ne sta occupando l’Ausl – sottolinea Tinti – anche se lo ribadiamo: nel periodo in cui sono state rilevate le positività non c’è stato, in ambito lavorativo, contatto con il pubblico e i cittadini castellani».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui