Chiesa ortodossa devastata a Pasqua a Cesena, doppia condanna

Chiesa ortodossa devastata a Pasqua a Cesena, doppia condanna
La chiesa di Cesena danneggiata dai due ubriachi a Pasqua

CESENA. Sbronza e chiesa danneggiata dopo la Pasqua ortodossa. I due rumeni che vennero arrestati la scorsa domenica 28 aprile sono stati processati ieri nell’aula del gip Giorgio di Giorgio. Uno ha patteggiato concordando 2 anni di pena con la Procura della repubblica. L’altro in abbreviato è stato condannato a 2 anni ed 8 mesi di reclusone. Per lui si profila già all’orizzonte dunque l’ipotesi di un ricorso in Appello.

Ivan Vasile, 39 anni (difeso dall’avvocato Ermenelinda Della Corte) ed Andrei Ionut, 26 anni (difeso dall’avvocato Luca Sebastiani) salirono alle cronache la mattina successiva alla celebrazione della Pasqua Ortodossa, per aver danneggiato la chiesa del Lugaresi. Tra le accuse che gli investigatori del Commissariato di polizia hanno proposto all’attenzione dell’organo inquirente c’erano la resistenza, le lesioni a pubblico ufficiale (due gli agenti medicati per 7 e 10 giorni di prognosi riportati nelle fasi di arresto) e la rapina (per aver spaccato alcune porte all’interno dell’istituto Lugaresi ed aver sottratto con la forza uno smartphone).
Ivan Vasile ed Andrei Ionut (da tanto tempo residenti a Cesena) per l’alcol ingerito dopo le celebrazioni pasquali non ricordavano assolutamente nulla dell’accaduto. Uno era stato rimesso in libertà dopo l’iniziale arresto. L’altro ai domiciliari.

I due erano diventati quella domenica e nei giorni a seguire i protagonisti di un video girato durante le fasi di arresto e super condiviso sul web. Avevano partecipato alle celebrazioni pasquali fino notte fonda nella chiesa della Madonna della Misericordia al Lugaresi. Uno aveva anche le chiavi per entrare nell’area del Lugaresi perché da tempo era un collaboratore ed assiduo frequentatore della chiesa retta dal “preot” Silviu Sas. Per “motivi” che nessuno dei due fu poi in grado di ricordare causa la massiccia assunzione di alcolici, al termine della funzione pasquale entrarono con le chiavi in chiesa spaccando tutto ciò che incontravano sulla loro strada. Ivan Vasile si era anche ferito profondamente al braccio destro con un vetro infranto ed aveva perso tantissimo sangue anche in chiesa. I due hanno risarcito i danni causati. E per l’accusa di rapina è stata ritirata anche la querela che inizialmente era stata sporta.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *