Cesena, vaccini: “panchinari” già scelti

Un turno tranquillo. Così Enrico Rossi, consigliere comunale del Pd, racconta il suo debutto, domenica mattina, come volontario al centro vaccinale di Cesena Fiera. Anche lui, come Vittorio Valletta, di Cesena siamo noi, ha aderito all’avviso pubblico con cui Comune e Ausl Romagna cercavano volontari per la gestione dell’accoglienza di chi va a vaccinarsi.

I “panchinari”

«Ci tengo a mettere in chiaro, visto che in tanti me lo hanno chiesto, che fare i volontari non significa ottenere corsie preferenziali per la vaccinazione – precisa subito Rossi – Anche noi aspetteremo come tutti il nostro turno, senza saltare la fila».

Quando ha condiviso una foto che lo ritraeva insieme a Matteo Beleffi, consigliere del quartiere Fiorenzuola, anche lui tra i volontari “arruolati” per l’accoglienza, tanti si sono fatti avanti, chi nei commenti, chi contattandolo privatamente, per chiedere notizie sulle liste d’attesa per i cosiddetti “panchinari del Covid”.

«Ho chiesto con i medici e mi hanno spiegato che da noi sono già state preparate delle liste d’attesa, ma sempre seguendo i criteri di priorità delle prenotazioni. Sono state scelte persone che hanno patologie e dovrebbero essere comunque vaccinate: in caso di disdette, vengono chiamate per anticipare la vaccinazione».

I volontari

Sono una ventina i volontari che hanno aderito come singoli cittadini e vanno ad aggiungersi a quelli messi in campo da associazioni come Agesci e come Avo e ai gruppi di Protezione civile: «So che ci sono molti consiglieri di quartiere, soprattutto dal Fiorenzuola. La dottoressa Ceccarelli ci ha contattati chiedendo ulteriori disponibilità per il mese di aprile, quando è previsto l’arrivo del vaccino Johnson&Johnson e quindi ci sarà la possibilità di intensificare le somministrazioni. Spero che raccontare la nostra esperienza di volontari aiuti a raccogliere nuove adesioni».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui