Cesena, “Il Mandorlo”: lavoratori in sciopero

Primo sciopero e presidio in piazza per i lavoratori della cooperativa “Il Mandorlo”, un pezzo importante del complesso ingranaggio della raccolta dei rifiuti. Una dozzina hanno risposto alla mobilitazione del sindacato Usb. Rivendicano, prima di tutto, maggiore attenzione alla tutela della salute di chi opera in quella realtà che, inclusi i precari, conta nel territorio cesenate una cinquantina di addetti impegnati nel settore dell’igiene ambientale. Chiedono inoltre due miglioramenti per quel che riguarda il trattamento economico. La prima è la previsione di un’indennità di disagio di circa 5 euro al giorno. La seconda riguarda il buono pasto: al momento viene riconosciuto solo a chi effettua turni di 8 ore ma il lavoro standard è organizzato sulle 6 ore e mezzo e quindi chiedono che si abbassi a quel livello il tetto orario per averne diritto. Ieri è stato centrato un primo risultato. Il drappello dei dipendenti che protestavano ha potuto dialogare sotto il loggiato del municipio col sindaco. Come aveva già fatto in occasioni simili, Enzo Lattuca ha chiarito che il Comune non ha competenze tali da incidere direttamente sulle rivendicazioni fatte. Però si è impegnato a stimolare l’apertura di un tavolo di confronto tra la cooperativa e tutti i sindacati, per cercare un accordo accettabile per tutti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui