Cesena, gli ex voto tra storia e arte protagonisti del progetto del liceo Monti

Dopo la prima esperienza fatta con il progetto dedicato alle epigrafi cittadine il liceo Monti rinnova la collaborazione con Italia Nostra con un progetto questa volta dedicato agli ex voto dell’abbazia del Monte. Come nell’esperienza precedente anche questa volta il progetto varrà per gli studenti del Monti come esperienza di Ptco, acronimo che sta per percorsi trasversali per le competenze e l’orientamento la formula che ha sostituito quella che veniva chiamata alternanza scuola-lavoro. Il progetto si svilupperà in due anni scolastici e coinvolge oltre al liceo Monti e Italia Nostra anche il conservatorio Bruno Maderna, la società Amici del Monte e il monastero di Santa Maria del Monte. Quest’anno, da febbraio, i ragazzi e le ragazze della 3ªBc del Monti lavoreranno alla realizzazione di un concerto-lettura, che si terrà il 6 giugno al Monte, mentre l’anno prossimo è prevista la pubblicazione che raccolga il lavoro che faranno quest’anno.

La prima fase del progetto sarà dedicata a far conoscere a studenti e studentesse gli ex voto, dal punto di vista artistico, antropologico, storico. A febbraio nella cripta del Monte si svolgeranno due lezioni-laboratorio di presentazione e lettura degli ex voto con visita alla collezione: la prima sarà tenuta da Giancarlo Cerasoli, la da Maria Teresa Forlani. In questa fase è previsto anche un lavoro digitalizzazione: suddivisi in tre gruppi, gli studenti si ritroveranno al Monte con Pierpaolo Turchi, fotografo esperto che già in passato ha fotografato li ex voto, per fotografare quelli selezionati per il progetto.

Gli ex voto selezionati sono 56, due per ciascuno dei 28 studenti che saranno coinvolti nel progetto: uno medievale e uno moderno. Gli studenti dovranno produrre una lettura scientifica delle due opere, e una loro drammatizzazione: «Gli studenti dovranno provare a immedesimarsi nei protagonisti di quelle opere, provare a raccontarli attraverso un monologo», spiega Gaggi. I migliori saranno selezionati per il concerto-lettura del 6. Agli studenti del Maderna sarà affidato il compito di sonorizzare quei racconti.

L’anno successivo il materiale prodotto diventerà patrimonio di un libro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui