Cesena, quella celletta dedicata alla Madonna è abusiva e va demolita

La cappella con mini-campanile annesso, va demolita, perché è stata costruita abusivamente. E assieme ad essa, verranno eliminati le varie parti di cui è composta: un crocefisso sulla sommità, dipinti e statuette della Madonna dietro un cancelletto in ferro e sopra un medaglione con l’immagine di papa Giovanni XXIIII.

Le norme edilizie sono implacabili anche di fronte alla devozione religiosa, e così nei giorni scorsi è scattata un’ordinanza che intima di abbattere un manufatto spuntato in una zona di campagna molto isolata, dalle parti di Bagnile. Precisamente, si trova su un terreno agricolo in via Del cane I.

Ieri nell’elenco degli abusi edilizi riferiti al mese di aprile, reso pubblico attraverso l’albo pretorio, è comparso questo provvedimento drastico insolito, in quanto riguarda una costruzione sacra.

Si tratta di una piccola cappella votiva, ben rifinita, e munita persino di una campanile in miniatura, con tanto di campana. È appoggiata su un basamento in cemento, rivestito con una pavimentazione in betonella. In cima c’è anche una bandiera tricolore. E a pochi metri è posizionata una carriola, con appoggiato sopra un vaso di fiori e un quadro con un disegno infantile. La scena è nell’insieme molto particolare e salta all’occhio, visto che è in un’area rurale con grandi spazi aperti. Ma evidentemente a qualcuno ha dato fastidio e così nel mese di marzo, dopo le verifiche (che in questi casi partono sempre su segnalazione) da cui è emersa la mancanza del necessario titolo autorizzativo per quell’opera, è stato steso un primo verbale. Poche settimane dopo, è stata formalizzata l’ordinanza di demolizione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui