Cattolica, dopo la falsa partenza la cena "in quota" si ferma a 28 metri

Mar 30 Aprile 2019 | Thomas Delbianco


Cattolica, dopo la falsa partenza la cena "in quota" si ferma a 28 metri

Sun 21 July 2019 | Thomas Delbianco

CATTOLICA. Dopo la “falsa partenza” di Dinner in the Sky, ora gli occhi sono tutti per la tavola volante. Salita fino a 28 metri, e non a 50, altezza voluta dai vigili del fuoco per garantire più sicurezza.
La storia del Dinner in the Sky a Cattolica era iniziata con una in sordina il 20 aprile scorso, quando, tutti i commensali e autorità erano pronti per il primo pranzo in aria. Niente da fare, per l’assenza di alcuni documenti legati all’unicità dell’attrazione nel panorama italiano, che hanno spinto la commissione provinciale di vigilanza a non concedere subito il via libera.


Passata la Pasqua, e alla riapertura degli uffici comunali, lo scorso 24 aprile la commissione si è riunita di nuovo con un prolungamento dei lavori fino al tardo pomeriggio. Tutto a posto, ma i vigili del fuoco hanno voluto effettuare un sopralluogo prima del definitivo sì all’avvio della gru che innalzava la piattaforma con la tavolata. I pompieri hanno voluto verificare a che altezza sarebbero potuti arrivare con il proprio mezzo in situazioni di emergenza. Troppi 50 metri. E così l’altezza del Dinner in the Sky è stata ridotta a 28 metri.


Questo non ha comunque impedito di iniziare con pranzi e cene ad alta quota, il cui esordio è avvenuto proprio la sera del 24 aprile. L’iniziativa seppur con un’altezza quasi dimezzata, sta comunque riscuotendo grande interesse: fra i cattolichini e fra le tante persone e i turisti che durante questo periodo di “ponti” passano a Cattolica e in zona porto.
La permanenza del format è stata prolungata di una settimana. Posizionate le 22 persone nei sedili da monoposto, inizia un countdown di 10 secondi prima di salire fino a 28 metri, sollevati dalla gru collocata sul lato della spiaggia. Due ore di cena, 80-90 minuti per il pranzo, trequarti d’ora l’aperitivo.

Non mancano le prenotazioni, arrivate da tutta Italia, ma anche da diversi Paesi europei: Svizzera, Francia, Inghilterra.

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *