Campus università Cesena, il bando terzo lotto a primavera

Il bando per assegnare i lavori del terzo lotto del Campus di Cesena slitta di qualche mese. Era atteso entro il 2021 appena terminato, ora invece lo si attende entro la primavera 2022, mentre l’inizio dei lavori è previsto per la prossima estate. A spiegare la ragione di questo ritardo è Massimo Cicognani, presidente del Consiglio di Campus di Cesena: «È dovuto a un ritardo contenuto, ma che c’è, nella chiusura del cantiere dello studentato».

Per poter considerare chiuso il cantiere va verificato che aspettative dei committenti e lavori delle ditte esecutrici si siano incontrati, è la fase delle rifiniture e in questo caso ha richiesto più tempo di quanto inizialmente preventivato. «D’altra parte l’ufficio tecnico è uno e per seguire la chiusura di un cantiere hanno dovuto rallentare il lavoro per aprire il secondo».

Ma a che punto è allora il nuovo bando? «Lo stiamo scrivendo – spiega Cicognani -. Siamo in una fase delicata in cui dobbiamo definire le migliorie tecniche». A rendere delicata questa fase è il fatto che è anche sulla base delle proposte che riguarderanno queste migliorie che saranno valutate le aziende che si candideranno al bando: «è importante scriverle bene perché il bando sia efficace». Il ritardo, per quanto contenuto, è ormai un dato di fatto, ma Cicognani è ancora convinto che sarà possibile rispettare l’obiettivo che Psicologia cominci l’anno accademico 2025-2026 nella nuova sede. Aiutano in questo senso i lavori preliminari già realizzati nello spazio in cui sorgerà il terzo lotto: «Le opere di bonifica e il cantiere archeologico possono sembrare cosa di poco conto ma non è così. Quelli fatti finora – sottolinea Cicognani – sono lavori importanti perché accelerano la fase successiva del cantiere. Chi si aggiudicherà i lavori potrà subito entrare nella fase operativa».

Quello che presto sarà messo a bando è un intervento da 15 milioni di euro, di cui 7 milioni stanziati dal Comune attraverso Serinar e 8 milioni dall’Università (di questi, 4 milioni derivano da un investimento ministeriale). «Dalla previsione iniziale di 12 milioni di euro siamo riusciti a passare a 15 milioni, che dovrebbe rendere questo bando appetibile». Quella cifra, sottolinea Cicognani, «Certifica anche che territorio e università continuano a credere nel progetto del Campus di Cesena».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui