Campo sportivo a Mercato: riappaltati i lavori stoppati dai costi

Eravamo a gennaio 2018 ed i lavori di ampliamento, riqualificazione, efficientamento energetico e miglioramento delle strutture presenti nel centro sportivo comunale in via Sandro Pertini risultavano inseriti nel piano delle opere pubbliche per il 2018, per una spesa complessiva di 540.000 euro. Si prevedeva, allora, di realizzare completamente l’opera entro il 2018. Siamo a dicembre 2022, praticamente cinque anni dopo, e per la seconda volta si è conclusa la gara d’appalto dei lavori, sperando che sia la volta buona. Per ultimare i lavori il termine massimo è indicato in 180 giorni dalla data del verbale di consegna dei lavori. La ditta vincitrice della prima gara si era ritirata per l’insostenibile aumento nei costi dei materiali e nessuna delle ditte seguenti in graduatoria aveva accettato di subentrare. L’attuale piano finanziario prevede una spesa complessiva di 930.000 euro, con un importo a base d’asta di 721.338,03 euro. La gara, esperita dalla Stazione unica appaltante presso l’Unione dei Comuni se l’è aggiudicata, per un importo di 713.720 euro, il raggruppamento temporaneo di imprese formato da “Cear” di Ravenna e “Coir” di Cesena. La sua è stata l’unica offerta presentata. L’iter per il finanziamento, la progettazione e la realizzazione delle opere pubbliche, si sa, non è proprio velocissimo. Quando poi, come in questo caso, si incappa nei rapidi e consistenti aumenti di prezzo dei materiali provocati da emergenza sanitaria e guerra. può capitare che le imprese si ritirino perché i prezzi della gara d’appalto non sono più sostenibili. Il progetto prevede la trasformazione del campo sportivo in terra battuta in un campo in sintetico, più idoneo per ospitare allenamenti e gare in particolare durante la stagione invernale. Date le dimensioni ridotte, potrà servire per partite di calcio a 5 o a 7, per allenamenti, ed anche per le gare e i tornei delle categorie giovanili. Inoltre, nell’edificio del centro sportivo si andrà a realizzare un soppalco, una struttura in ferro che consentirà di ampliare la superficie calpestabile dell’attuale palestra. Infine, per ciò che riguarda il cosiddetto efficientamento energetico, il progetto prevede la sostituzione della centrale termica dei locali della palestra. Il finanziamento dell’opera deriva per 790.000 euro da contributi regionali, per 60.000 dal contributo della società “Soggetel Srl”, che gestisce l’impianto, per 50.000 da privati (attraverso i contributi Art bonus) e per 30.000 da risorse del Comune.

Intanto, si stanno concludendo i lavori di manutenzione straordinaria della viabilità a San Damiano ed a Bora. Dovrebbero essere ultimati entro il 15 dicembre la fresatura e rifacimento dell’asfalto in alcune aree di carreggiata e marciapiedi di via Martiri d’Ungheria e di parte di via Roma, a San Damiano, per eliminare deformazioni ed avvallamenti causati dalle radici dei pini. A Bora l’intervento riguarda il rifacimento dell’asfalto deteriorato dei marciapiedi e della segnaletica orizzontale in via Aldo Moro e la sistemazione di cordoli e manto stradale del parcheggio tra via Aldo Moro e Via Ilaria Alpi. La spesa è di 58.000 euro, finanziata da 10.797 di contributo regionale, 25.000 di contributo statale e 22.203 di risorse comunali. «In questo periodo si stanno chiudendo cantieri importanti – commenta il vice sindaco Raffaele Giovannini – e altri ne apriremo. Spesso ci sono ritardi indipendenti dalla nostra volontà, ma pare che la situazione si stia normalizzando».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui