Calcio C, il Cesena liquida l’Alessandria 3-1 e chiude l’andata con 37 punti (rivivi il live)

CESENA-ALESSANDRIA 3-1

CESENA (3-5-2): Tozzo; Ciofi (37′ st Celiento), Prestia, Mercadante; Zecca (28′ st Albertini), Bianchi, Brambilla, Chiarello (1′ st Stiven Shpendi), Adamo (1′ st Coccolo); Ferrante, Corazza (23′ st C. Shpendi). In panchina: 23 Minelli, 44 Lewis, 4 Kontek, 73 Pieraccini, 6 Bumbu, 20 De Rose, 8 Saber, 88 Francesconi, 31 Udoh. Allenatore: Domenico Toscano.

ALESSANDRIA (4-3-2-1): Marietta; Rota, Checchi, Sini (38′ st Bellucci), Nunzella (14′ st Baldi); Pellegrini (32′ st Perseu), Nichetti, Speranza (32′ st Lombardi); Galeandro, Martignago; Nepi (14′ st Sylla). In panchina: 22 Liverani, 36 Rossi, 2 Podda, 3 Costanzo, 6 Mionic, 7 Rizzo, 27 Ghiozzi, 28 Filip. Allenatore: Fabio Rebuffi.

ARBITRO: Rinaldi di Bassano del Grappa.

RETI: 11′ pt Prestia, 35′ pt Martignago (rig.), 3′ st Ferrante, 11′ st Corazza

AMMONITO: Nunzella, Nichetti, Celiento

ESPULSO: 17′ st Rota

NOTE: Spettatori 7.239 (paganti 1.187, abbonati 6.052) per un incasso totale di 38.976 euro. Angoli: 6-3 per il Cesena

48′ st. Finisce qui: 3-1 per il Cesena che gira la boa del campionato a 37 punti dopo un successo limpidissimo sull’Alessandria. Per i bianconeri in gol Prestia, Ferrante e Corazza, al momento capocannoniere del Girone B con 12 gol. La Reggiana è campione d’inverno grazie al successo di Imola (0-1) mentre l’Entella cade in casa con il Siena e chiude l’andata a 33 punti co

47′ st. Panico in area Cesena per un cross da metà campo: Prestia devia in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Galeandro calcia in curva Mare

46′ st. Di nuovo gli Shpendi: Stiven cestina la sponda del gemello Cristian e conclude altissimo con il sinistro dal limite

45′ st. Tre minuti di recupero

44′ st. Inizia l’ultimo minuto. Il Cesena si appresta a chiudere l’andata al terzo posto a -3 dalla Reggiana (che vince a Imola 0-1) e a -2 dal Gubbio (che è appena passato in vantaggio contro il Pontedera: 1-0)

41′ st. Sesto angolo per il Cesena. Va ancora una volta Brambilla. Corner ribattuto, palla recuperata da Bianchi, quindi cross basso di Brambilla per Stiven, che arma il sinistro di Ferrante: Marietta blocca a terra. Undicesimo tiro nello specchio per i bianconeri

39′ st. Centotrenta secondi dopo il suo ingresso in campo, Celiento si prende il giallo per gioco falloso. Perseu crossa e Tozzo allunga in corner. Schema per lo stesso Perseu, che dai 18 metri colpisce lo striscione “Scalabrelli is better”

38′ st. Grande giocata di Albertini a destra e palla dietro per il destro di Brambilla dal limite: fuori a fil di palo. Ultimo cambio del match: dentro Bellucci per Sini.

37′ st. Ultimo cambio nel Cesema: dentro Daniele Celiento e fuori l’applauditissimo Andrea Ciofi

35′ st. Gemelli in azione: Cristian perde palla, la recupera e offre a Stiven, che salta Sini con un tunnel e poi spara trovando l’opposizione di Marietta

32′ st. Due cambi nell’Alessandria: dentro Lombardi e Perseu per Pellegrini e Speranza

28′ st. Zecca esce ed entra Albertini. Per Zecca una prestazione altalenante, ma alla fine ha determinato tutti i gol, conquistando la punizione dell’1-0, tenendo viva la palla del 2-1 e guadagnando il corner del 3-1

26′ st. Rientra Zecca

24′ st. Cesena momentaneamente in dieci: c’è Zecca fuori dal campo. L’Alessandria sfonda in quella zona e guadagna il primo corner del match. Coccolo allontana poi Baldi commette fallo di mano sulla ripartenza ma non viene ammonito

23′ st. Cambio nel Cesena: Cristian Shpendi sostituisce un applauditissimo Simone Corazza

20′ st. Ora l’Alessandria si dispone con un 3-4-1-1, con Pellegrini che spesso retrocede a fare il terzino sinistro

19′ st. Giro e tiro di Stiven Shpendi dai 15 metri: sinistro centrale che Marietta blocca a terra

17′ st. ALESSANDRIA IN 10: Espulso Rota. Il tecnico Rebuffi lo aveva appena spostato a sinistra e Rota stronca con un fallo da dietro l’avanzata di Brambilla: secondo giallo e Alessandria in dieci

16′ st. Bianchi avanza per via centrale e cerca la soluzione personale: destro in curva Ferrovia

14′ st. Nepi di testa su crossi di Martignago da sinistra va a un passo dal 3-2: palla fuori. Ora due cambi nell’Alessandria: dentro Sylla e Baldi per Nepi e Nunzella

11′ st. CORAZZA: 3-1. Dal corner, il Cesena colpisce con uno schema simile a quello che ha portato al pareggio di Pesaro. Brambilla crossa, Coccolo prolunga di testa e Corazza sul secondo palo insacca a porta vuota. Per Corazza 12° gol in campionato

10′ st. Zecca a un passo dal 3-1: destro tonante dai 20 metri e volo di Marietta ad alzare in angolo

9′ st. Due falli consecutivi di Mercadante su Rota: niente giallo, che arriva invece ora per Nichetti per un fallo da dietro su Corazza

6′ st. Ci prova Bianchi al volo dai 20 metri: palla sull’esterno della rete alla sinistra di Marietta

3′ st FERRANTE: 2-1 CESENA. Una pennellata di sinistro sotto l’incrocio. Gol gioiello dal vertice dell’area destra dopo un duello aereo tra Zecca e Nunzella

1′ st. Cambi confermati: dentro Stiven Shpendi e Coccolo per Chiarello e Adamo. Cesena con un 3-4-1-2 più offensivo, con Stiven Shpendi alle spalle di Corazza e Ferrante, con Mercadante quarto di sinistra di centrocampo. Ferrante dà il via alla ripresa.

Nel Cesena entreranno Stiven Shpendi e Coccolo, che hanno già tolto la tuta. Dovrebbero uscire Chiarello e Adamo: così fosse, Mercadante andrebbe a centrocampo

45′ pt. Finisce qui il primo tempo, senza recupero. Il Cesena ha bisogno di riflettere, riprendere fiato ed energia. Dopo mezz’ora straripante, i bianconeri si sono un po’ spenti e l’Alessandria, senza fare nulla, ha pareggiato grazie all’incredibile harakiri di Adamo.

41′ pt. Ferrante riceve sulla destra, si accentra e calcia con il sinistro dal limite: Marietta blocca a terra

40′ pt. Cesena tremebondo e bravissimo Tozzo ad anticipare in uscita bassa Nepi su sponda aerea di Galeandro

39′ pt. I bianconeri non riescono a rialzare il ritmo. Fuori di 20 metri il sinistro di Mercadante dai 25 metri.

37′ pt. Ora il Cesena sembra essersi spento

35′ pt. Martignago trasforma: 1-1. Incredibile. Partita che doveva stare molto a zero per il Cesena e che invece sta 1-1.

34′ pt. RIGORE PER L’ALESSSANDRIA. Follia di Adamo, che va in dribbling in area e calcia il piede di Galeandro, anziché il pallone. Rigore netto per quanto stupido

33′ pt. Il Cesena sta rifiatando e l’Alessandria da due minuti sta tenendo palla nella metà campo di casa.

30′ pt. Contropiede di Nepi, che si libera di Mercadante e dal vertice sinistro prova a sorprendere Tozzo: palla lontanissima dai pali

27′ pt. Altra chance sprecata dal Cesena: Corazza non è perfetto nell’assist per Ferrante, che viene sì liberato davanti a Marietta, ma in posizione defilata. Sinistro violento respinto dal portiere dell’Alessandria

26′ pt. Bianchi per Corazza, che dal limite fa giro e tiro: sinistro bloccato con sicurezza da Marietta

24′ pt. Monologo del Cesena, che però ottiene solo dei calci d’angolo ma non il secondo gol: Zecca questa volta sbaglia a due passi da Marietta sugli sviluppi del corner

21′ pt. Break di Bianchi, palla a Corazza che cerca Ferrante ma trova solo un corner: Prestia arriva sulla battuta di Brambilla, ma la palla si impenna e Marietta la fa sua

20′ pt. Prima volta in cui l’Alessandria si affaccia nell’area del Cesena: rovesciata di Nepi dal limite bloccata serenamente da Tozzo.

18′ pt. Rota “para” ma sulla trequarti un lancio di Ferrante: giallo scontato.

16′ pt. Il primo al 16’20”: “meritiamo solo rispetto”. Intanto Adamo guadagna il secondo corner. Schema orribile con Adamo che apre il contropiede due contro due dell’Alessandria: Chiarello rimedia dopo che Adamo aveva rallentato la fuga di Nepi

15′ pt. Si riempie il settore centrale della curva Mare.

14′ pt. Marietta nega il 2-0 a Ferrante (sinistro incrociato su suggerimento di Corazza) e sul prosieguo dell’azione lo stesso Ferrante non aggancia l’assist geniale di Brambilla

11′ pt. PRESTIA: 1-0 CESENA. Sulla punizione dal fondo guadagnata da Zecca, arriva il gol dell’ex Giuseppe Prestia, il primo in bianconero, che di testa perfora Marietta sull’assist di Brambilla.

10′ pt. Zecca si butta la palla avanti e di forza supera Nunzella, che lo stende e si prende un inevitabile giallo

9′ pt. Ferrante per Chiarello: destro murato

8′ pt. Azione corale bianconera, con Ferrante murato da Sini, palla ad Adamo, che calcia alto anziché crossare verso Corazza.

7′ pt. Zecca non alza il cross ma trova una deviazione e il primo corner: calcia Brambilla, respinge la difesa

5′ pt. Cesena di nuovo pericoloso, ma sul cross di Corazza alzato da Sini, un incerto Marietta riesce comunque ad anticipare Bianchi.

4′ pt. Sinistro al volo di Mercadante dai 25 metri dopo una respinta della difesa dell’Alessandria: palla fuori

1′ pt. Si parte. L’impressione è che il Cesena agirà inizialmente con il 3-5-2, con Bianchi e Chiarello interni. Alessandria schierata con il 4-3-2-1

Il Cesena attaccherà nel primo tempo verso la curva Mare. Primo pallone per l’Alessandria.

Squadre schierate a centrocampo: Alessandria con il lutto al braccio per le vittime dell’incidente stradale di domenica scorsa in cui ha perso la vita anche il figlio di uno sponsor dei piemontesi. Ora minuto di silenzio in memoria di Sinisa Mihajlovic

Fischi e cori (coperti in parte dalla musica) all’ingresso in campo del nuovo preparatore dei portieri Cristiano Scalabrelli. Netta presa di posizione della curva, come ampiamente preannunciato nei giorni scorsi.

Il Cesena non deve fallire la terza sfida consecutiva contro una squadra di fascia bassa in classifica. L’Alessandria ha un gran bisogno di punti per la salvezza, ma i bianconeri non possono perdere terreno dal vertice della graduatoria.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui