Basket B, Bugatti carica i Tigers: “Contro Rimini senza paura”

E’ la settimana del derby tra Rimini e Cesena. Una partita importante, particolarmente sentita dalle piazze e che aprirà il sipario nel 2022 davvero nel migliore dei modi. Tanti saranno i protagonisti di un match che si preannuncia divertente. Tra questi, verosimilmente dalla panchina, tra i Tigers ci sarà Fabio Bugatti, un vero leader offensivo che in questi mesi ha visto alzare le sue quotazioni sino a risultare una delle pedine più importanti.

Per lui sarà l’esordio in questa sfida, dalla storia recente davvero di un certo peso. «Siamo perfettamente consci dell’importanza della partita, loro sono una squadra costruita per vincere e quindi partono come favoriti. Sappiamo che potrebbero avere qualche problema per le recenti positività e quarantene, ma questo non cambia il loro valore. Noi ci presentiamo consapevoli di non aver nulla da perdere, con la voglia di far bene e metterli quanto più possibile in difficoltà».

Poi scende nel concreto individuando la chiave del match per portare a casa i due punti. «Secondo me dovremo mettere tantissima intensità cercando di portarla sui nostri binari. Questo è il nostro vero marchio di fabbrica e penso possa essere l’arma giusta per giocarcela. Dovremo correre velocemente in campo e andare ad un ritmo importante. Stiamo poi studiando qualche scelta tecnico tattica per sorprenderli».

Il ruolo di rottura in uscita dalla panchina potrebbe essere una di quelle situazioni che sposta l’inerzia della partita, come spesso è accaduto soprattutto nella prima parte della stagione. «Ultimamente sono partito un po’ più spesso in quintetto più per esigenza che per scelta tecnica. Partire dalla panchina è comunque una cosa che mi è piaciuta. Ho cercato di interpretare al meglio questo ruolo sfruttando le tante opzioni che mi sono concesse. Nel tempo mi sono reso conto che sono aumentati parecchio i miei tiri, 17 contro Civitanova e la cosa non che rendermi felice perché penso di essere un punto di riferimento per la squadra».

La lunga pausa natalizia è stata anche l’occasione per dare uno sguardo a quanto fatto sino a questo punto. «Alla nostra stagione sin qui potremmo dare un voto tra 6 e 6.5. Abbiamo fatto ottime partite contro squadre molto quotate come Faenza e Sebastiani Rieti. Ci è mancato un pizzico di costanza ed alcune sconfitte sono state abbastanza pesanti, specie quella contro Jesi. Il nostro merito è quello di aver fatto davvero partite importanti contro le squadre sotto di noi. Ora guardiamo al calendario difficile che ci aspetta nelle prossime settimane con la voglia di conquistare quante più vittorie possibili».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui