Affetti collaterali. Se lui vuole due camere da letto

Dopo anni di fidanzamento, 3 dei quali a distanza, finalmente andiamo a vivere insieme. C’è voluto tempo perché lui lavora lontano, in più volevamo una casa che fosse proprio come la desideravamo. Ora lui è riuscito ad avvicinarsi col lavoro e abbiamo iniziato la ristrutturazione. Il fatto è che dal nulla mi dice che nella casa nuova, quella che dovrebbe essere il simbolo della nostra nuova vita insieme, lui vuole due camere da letto, camere separate, con letto matrimoniale in ognuna, per sentirsi più liberi nel caso uno di noi abbia bisogno del suo spazio. Lo ha giustificato con il fatto (vero) che lui legge o guarda la tv fino a notte, mentre io alle 22 già ronfo. Mi è caduto il mondo addosso. Anche mia madre è rimasta sbigottita quando le ho raccontato di questa idea, e le mie amiche mi dicono che è la prima volta che sentono di una decisione del genere, ma lui non capisce, dice che visto che lo spazio c’è sarebbe un peccato non approfittarne e che possiamo dormire insieme tutte le volte che vogliamo, magari sempre, o magari no. Sono molto demoralizzata.
Daniela, Rimini

Catia Donini

Cara amica, come sempre nelle mail che arrivano è bene fare subito un’operazione di bonifica. Togliamo dal campo d’azione sua madre, che nelle questioni di letto (che sia singolo, matrimoniale, ad acqua o a baldacchino con elefanti dorati che reggono il tutto) è bene resti fuori. Piazza pulita anche delle amiche, entità indefinita (al pari della “gente”) immancabile nelle vicende che mi raccontate. Sfrondate queste interferenze, mi concentrerei sul fatto che lei si sente “cadere il mondo addosso” perché il futuro marito vuole due camere da letto. Ci sono molti motivi per sentirsi sotto un tram: poteva restare sommersa dai regali di nozze a singhiozzare sulla gelatiera con il promesso sposo che fugge all’estero (true story), poteva accorgersi di mancanze inaudite, scoprire che lui ha un’altra famiglia in un’altra città (true story bis) e via così. Qui c’è un fidanzato che per stare con lei si è fatto trasferire, che progetta un futuro insieme: dal poco che lei tratteggia non pare un disgraziato, è solo uno che probabilmente russa come un trattore e sogna di farlo liberamente, o vuole guardare serie tv fino alle 3 se non ha la sveglia all’alba. O magari è lei che russa, o un qualche altro motivo fra mille. Non è una tragedia. Bisognerebbe smetterla di inseguire modelli astratti, di sentirsi destabilizzati da qualsiasi proposta del partner che non sia esattamente confacente alla nostra comfort zone. Non è una richiesta stramba o perversa, lui magari soffre di meteorismo e vuole solo conservare la poesia. Poi, come ha già premesso, può darsi che non voglia staccarsi da lei nemmeno per una notte. Già avete lo spazio per due camere da letto: se lui ci tiene, perché no?

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui