Sabato 03 Dicembre 2016 | 20:41

CALCIO B

Lodo Giampaolo, ecco la via d'uscita

In vista una transazione per una cifra di poco inferiore ai 200.000 euro, con il pagamento dilazionato nell'arco di tre stagioni sportive

 Lodo Giampaolo, ecco la via d'uscita

di FABIO BENAGLIA

CESENA. Per dare un valore a quello che è successo, si può iniziare tornando con la mente al 16 ottobre 2009.

Vavassori. Quel giorno il Collegio Arbitrale della Lega condannò il Cesena a pagare un milione e 80.000 euro, il totale delle spettanze lorde reclamate da Giovanni Vavassori e dal suo vice Alessandro Tirloni. Seguirono ricorsi vani e alla fine il Cesena pagò tutto sull’unghia nel giugno 2010. Fu la prima grossa spesa post-promozione in serie A.

Giampaolo. Con Marco Giampaolo, che reclama 998.000 euro lordi per la stagione 2012-2013, si è saggiamente scelta la via la transazione, ultima fase di un percorso in cui le schermaglie muscolari tra le parti non sono certo mancate. Il primo passo verso una transazione è arrivato dal Cesena, che ha messo in moto una “due giorni” di incontri all’hotel Da Vinci di Cesenatico. Inizialmente la controparte era rappresentata dall’avvocato Luciano Ruggiero Malagnini, poi quando la trattativa è entrata nel vivo e gli spiragli di intesa sono diventati concreti, anche Giampaolo ha raggiunto Cesenatico.

Il Cesena. Il Cesena nella due giorni di trattative era rappresentato da Christian Dionigi come responsabile dell’area legale e dello sviluppo strategico, affiancato da due esponenti dell’area tecnica come Gabriele Valentini (memoria storica e anello di congiunzione della vicenda) e Rino Foschi. Ieri non sono arrivati commenti ufficiali da parte del Cesena e a quanto pare non ci saranno prima del nero su bianco alla transazione, atteso per la settimana prossima. Per il momento c’è una stretta di mano a simboleggiare l’intesa su una transazione che prevede il pagamento di poco meno di 200.000 euro, pagamento spalmabile nell’arco di tre stagioni sportive.

Rischio aziendale. Il Cesena ha sostenuto con forza per mesi le proprie ragioni di fronte al contratto più oneroso mai sottoscritto per un singolo allenatore. Per una società alle prese con difficoltà ben note, il rischio del pagamento di 998.000 euro era un’incudine sul cornicione di Corso Sozzi pronta a cadere. Ma non solo: il pignoramento di un milione e mezzo di euro di crediti in Lega restava un fardello pesante da sostenere. Così l’accordo di transazione da sottoscrivere includerà l’assenso allo svincolo di questa somma, un milione e mezzo che la Lega non erogherà in un’unica soluzione, ma secondo le cadenze consuete del calcio professionistico. E in ogni caso la presentazione presso la Lega di serie B del documento di transazione dovrebbe sbloccare in tempi brevissimi questi crediti.

Il processo a Forlì. Una volta firmato, l’accordo di transazione tra il Cesena e Giampaolo non comporterà l’annullamento del processo già fissato per martedì 18 marzo davanti al Tribunale del Lavoro di Forlì. Sarà in ogni caso necessaria una prima udienza in cui le parti convenute presenteranno il documento all’attenzione del giudice, per ufficializzare anche in sede giuridica che il lodo Giampaolo ha trovato finalmente una conclusione.

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000