Martedì 06 Dicembre 2016 | 09:06

CALCIO SERIE A

Rubin Magnusson, bianconero d'Islanda

Rubin Magnusson, bianconero d'Islanda

CESENA. Il primo puzzle sta per essere completato. Oggi il Cesena annuncerà l’ingaggio di Hordur Magnusson, il primo islandese della storia a vestire la maglia bianconera. Il ventunenne difensore, un centrale mancino che può anche adattarsi al ruolo di terzino, in mattinata sarà riscattato per un milione dalla Juventus (che un anno fa lo cedette in comproprietà allo Spezia per 1,2 milioni) e poi verrà girato in prestito al Cesena.

 

Il primo islandese. Magnusson, che è alto 191 centimetri e ha un piede sinistro molto educato, è arrivato in Italia a 18 anni, quando la Juventus lo pescò nel Fram Reykjavík. La sua particolarità è che nel Belpaese ha sempre vestito il bianconero: ha fatto per due anni le giovanili della Juventus (con cui ha vinto un Torneo di Viareggio) e lo scorso anno ha giocato nello Spezia. In Romagna ritroverà Leali. La trattativa per portare Magnusson a Cesena si è sbloccata sabato, quando la Juventus ha chiamato lo Spezia facendo capire di essere disposta a riacquistare l’islandese, è decollata ieri mattina e si chiuderà oggi con un incontro tra i dirigenti di Juventus e Spezia. Se non ci saranno imprevisti, in giornata Algeri, manager di Magnusson, salirà a Moena, dove lo Spezia è in ritiro, per prelevare il suo assistito e portarlo ad Acquapartita.

Ultimo ritocco. Ma a sorpresa, quello di Magnusson non sarà l’ultimo rinforzo per la difesa. Il Cesena è intenzionato a prendere un nono giocatore, che dovrebbe essere Matteo Rubin, terzino sinistro di 27 anni che si è svincolato per la mancata iscrizione del Siena. L’ultima stagione Rubin l’ha trascorsa a Verona: fino a gennaio all’Hellas, con una sola presenza in Coppa Italia, quindi al Chievo, con 9 gettoni in campionato. L’alternativa a Rubin è il ritorno in Romagna di Michele Camporese, anche se radiomercato ieri lo dava vicino al Cagliari.

Babacar in Sud America. Babacar si allontana da Cesena. La Fiorentina ha infatti deciso di convocare l’attaccante senegalese per il tour in Sud America che avrà inizio nelle prossime ore. La Fiorentina giocherà sabato a Buenos Aires contro l’Estudiantes, il 30 a San Paolo contro il Palmeiras e il 2 agosto a Lima contro l’Universitario. Solo al ritorno, potrebbe essere riallacciato il discorso: la Fiorentina ha fatto sapere che muoverà Babacar solo dopo aver preso un’altra punta. L’obiettivo di Montella è Bergessio. (al.bur.)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000