Lunedì 26 Settembre 2016 | 02:14

VOLLEY A 1

La Cmc riesce a spuntarla al tie-break

Ravenna non brilla e soffre parecchio ma supera l'Andreoli Latina in rimonta

La Cmc riesce a spuntarla al tie-break

RAVENNA. Una brutta Cmc supera 3-2 in rimonta l’Andreolli Latina e lascia ai laziali l’ultimo posto in classifica al termine di un match tirato ma tecnicamente di livello tutt’altro che eccelso.

La Cmc parte con la formazione tipo mentre Latina rinuncia a Fragkos in banda e a Gitto al centro, sostituiti da De Rocco (figlio d’arte) e dal giovane Candellaro. In avvio le due squadre restano molto vicine fino a 8-8, poi arriva il break decisivo in casa ravennate: Mengozzi con un muro apre il parziale di 4-0. Klapwijk e Cester a muro consolidano il vantaggio e i ravennati dopo aver sprecato ben 4 set ball, chiudono con Cebulj sul punteggio di 25-22.

Nel secondo Latina si porta avanti 4-2 con De Rocco e Verhees, la Cmc non ci sta e grazie a qualche errore dei laziali e a Tillie si porta sul 6-6, poi Skrimov allunga per l’Andreoli con un attacco e un muro (8-12). Va a segno anche Verhees, Bonitta inserisce Koumentakis per Cebulj ma sono Tillie e Mengozzi che cercano di tenere a galla Ravenna (13-16). I giallorossi sbagliano un po’ troppo ma la sfida è equilibrata e il finale è incandescente: sul 20-23 klapwijk sbaglia la battuta (20-24), Skrimov fa uguale (21-24), poi tocca a Cebulj, l’arbitro fischia fuori ma decide il video-check che dà ragione a Ravenna (22-24). Altra battuta e altro video check, la palla è di nuovo dentro (23-24). Il palazzetto si infiamma, ma sul più bello un pallonetto di Sottile e l’errore di Tillie regalano il set a Latina (24-26).

Nel terzo parziale Mengozzi e Cebulj suonano subito la carica, ma i laziali rispondono a tono con Skrimov e Candellaro (3-3). La Cmc tenta l’ allungo con Cebulj e Tillie, ma Latina alza il muro e pareggia (6-6). La squadra di Bonitta non molla e si porta avanti con Klapwijk e Cebulj e grazie ad un errore di De Rocco (11-8), poi è di nuovo parità (11-11) che prosegue fino al 17-17. Un errore di Tillie in battuta e un muro di Skrimov permettono a Latina di prendere il largo e di portarsi sul 18-22, una pipe di Tillie accorcia ma l’Andreoli tiene le distanze. Candellaro si infortuna scendendo da muro, ma Latina riesce a chiudere 21-25.

Nonostante la formazione raffazzonata, con Tailli confermato centrale per mancanza di alternative, Latina regge il colpo anche in avvio di quarto set grazie a Skrimov e ai regali di una Cmc assopita che si sveglia solo per protestare sugli errori (troppi) del primo arbitro Vagni. Lo fa, con troppa foga, Bonitta che si becca un rosso. L’equilibrio tiene fino al 17-17, poi la Cmc piazza il break (22-19) ma Latina con il muro pareggia a quota 23 ma l’ace sporco di Patriarca regala il tie break a Ravenna (25-23). Tie break ancora sul filo dell’equilibrio. Latina si aggrappa a Fragkos e Ravenna fatica a scrollarsi di dosso i rivali. Una doppia difesa di Bari fa da preludio al primo break ravennate (10-8) firmato Tillie. Il finale è un caos totale: rosso a Santilli, espulsione per Sottile e Bonitta nel momento più difficile per Ravenna (da 12-9 a 12-11). La Cmc respira e tra mille difficoltà riesce a portare a casa il match con Cebulj e l’invasione di Latina (15-12).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000