Domenica 25 Settembre 2016 | 07:26

Più letti oggi

NUOTO ASSOLUTI

Per Elisa Celli ci sono gioie e dolori

La vittoria sfugge ancora una volta ma arriva la qualificazione agli Europei di Berlino

Elisa Celli

Elisa Celli

RICCIONE. Tanti finalisti, una sola medaglia con qualificazione agli Europei ad illuminare la giornata non proprio sfavillante dei nuotatori romagnoli. Nella seconda sessione di gare agli assoluti in vasca lunga la riccionese Elisa Celli realizza il sogno di una vita, quello di vestire la casacca della nazionale agli Europei di Berlino. Non è il tempo che si aspettava, il 2'26"94 che le permette di strappare il pass azzurro e che ancora una volta non le regala la vittoria ai primaverili davanti al suo pubblico, visto che Giulia De Ascentis riesce a fare meglio. Una gara studiata nei minimi particolari, con una partenza leggermente più veloce di quanto doveva che ha pagato nell'ultima vasca quando si è fatta rimontare dalla rivale che già l'aveva battuta l'anno scorso nella gara che la privò del pass mondiale.

Gli altri sorrisi di giornata arrivano con il reggiano dell'Imolanuoto Mattia Dall'Aglio, da quest'anno imolese a tutti gli effetti e capace in un colpo solo di conquistare la finale dei 100 rana e di migliorarsi di oltre un secondo in un colpo solo, chiudendo 1'08"81. Sorrisi anche per una incredibile Sara Gyertyanffy che scende in vasca nei 50 farfalla e piazza un 27"40 che le vale il minimo per qualificarsi agli Euro Junior, seconda romagnola alla kermesse tedesca di metà luglio. Per lei la prima finale dei “grandi" a soli 15 anni e un sesto posto con 27"45 che è tutto un programma considerato che ha gareggiato anche nei 100 stile libero conquistando un ottimo 15° posto (attraverso la finale B) con 58"25 ma in mattinata aveva fatto molto meglio con 57"82. Soddisfatto anche Fabio Scozzoli che conquista la finale A dei 100 farfalla ritoccando il personale a 54"08 al mattino, mentre al pomeriggio si deve accontentare di 54"13 che gli vale un buon sesto posto. Delusione contenuta, sempre nei 100 farfalla, per l'imolese Paolo Ricci che, con molti meno chilometri di allenamento nelle gambe chiude al settimo posto con 54"23, senza la chiusura che aveva caratterizzato le sue gare migliori. Niente podio per Ilaria Bianchi che continua a litigare con i 50 farfalla. La castellana delle Fiamme Azzurre, attesa sui 100 alle conferme di quanto di buono mostrato a dicembre, chiude al sesto posto con un 27"13 lontano dal suo personale e anche dal 26"95 con cui al mattino aveva conquistato la qualificazione alla finale col secondo tempo. Finale B per Fabio Zironi nei 100 farfalla e 15° posto con 55"33 dopo il 55"06 del mattino.

Gli altri risultati. 50 farfalla donne: Camilla Dal Rio (Imolanuoto) 32ª (28"78). 100 farfalla uomini: Luca Vezzadini (Swim Pro) 28° (55"84). 200 rana donne: Ilaria Montevecchi (Imolanuoto) 17ª (2'36"96), Alessia Ferraguti (Swim Pro) 18ª (2'37"11), Silvia Bega (Swim Pro) 35ª (2'43"06). 400 misti uomini: Mattia Bondavalli (Swim Pro) 20° (4'33"22). 100 rana uomini: Marco Paganelli (Swim Pro) 20° (1'04"21), Stefano Ancarani (Imolanuoto) 31° (1'05"22). Nella staffetta 4x100 donne la Swim Pro (Grossi, Davolio Frisoni, Ferraguti) si è piazzata 20ª con 3'58"26. Nella staffetta 4x200 uomini 13° posto per la Swim Pro Ss9 (Delmonte, Vezzadini, Sabbioni, Bondavalli) in 7'46"65.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000