Sabato 01 Ottobre 2016 | 01:48

Più letti oggi

NUOTO

Scozzoli in "allenamento", Celli e Polieri per gli Europei

Scozzoli in "allenamento", Celli e Polieri per gli Europei

RICCIONE. Tante punte e qualche acciacco. Mai come quest’anno la Romagna potrebbe essere rappresentata nelle grandi manifestazioni internazionali dell’estate del nuoto che sono Europei giovanili a Dordrecht (Olanda), Olimpiadi Giovanili a Nanchino (Cina) ed Europei assoluti a Berlino. Il primo bivio stagionale è proprio Riccione, con i campionati Italiani che iniziano questa mattina e vedono subito in vasca tutte le punte del movimento romagnolo.

Punte e acciacchi. Il numero uno del nuoto romagnolo, Fabio Scozzoli arriva da un inverno difficile, dall’operazione a settembre per la lesione del legamento collaterale del ginocchio e del menisco. Per questo il ranista forlivese ci sarà ma non nelle specialità usuali e l’unica gara nella quale potrà puntare alla qualificazione alle finali del pomeriggio sarà i 100 farfalla (dove ha il minimo di qualificazione agli assoluti), mentre nei 50 e 100 dorso, 50 farfalla e 50 stile libero è iscritto fuori gara. «Fabio sta bene - spiega il suo allenatore Cesare Casella - sta nuotando forte anche a rana ma non ha senso rischiare, ci sarà un’accelerazione da maggio in poi, non è ancora il momento di forzare, di sottoporsi allo stress della gara».

Chi invece arriva a questa kermesse al massimo della condizione è la riccionese Elisa Celli che punta finalmente alla qualificazione a un grande appuntamento internazionale. «Elisa è in forma - commenta il suo allenatore Luca Corsetti - ha nuotato 2’27”9, a sette decimi dal minimo per Berlino quando era sotto un treno per via della preparazione fisica e sono convinto che possa fare molto ma molto meglio rispetto al minimo. Deve affrontare la gara con la giusta serenità, il nostro obiettivo non è Riccione, è fare bene a Berlino e quella in Romagna deve essere solo una tappa di passaggio».

La sfortuna sembra non abbandonare la conselicese Carlotta Zofkova. Per lei, che sta affrontando il secondo anno a Verona con Tamas Gyertyanffy, il 2014 è l’anno della verità ma la sorte sembra non volerne sapere. «Venerdì è stata colpita da un virus intestinale ma già da un paio di giorni la vedevo un po’ scarica, si vede che stava covando qualcosa - spiega il suo allenatore Gyertyanffy - la sua presenza nelle gare di inizio settimana è in dubbio perché non sappiamo come possa aver smaltito il malanno. Peccato che già alla prima giornata ci sono i 100 dorso, la sua gara».

Attesa anche per Alessia Polieri. La specialista della farfalla e dei misti punta alla sua prima qualificazione a un Europeo e a Imola sembra aver ritrovato la serenità dei giorni migliori. «Alessia si è allenata molto bene - afferma Casella - non ci sono stati intoppi e arriva a Riccione con buone credenziali. L’obiettivo che ci siamo fissati è migliorare il primato stagionale, giocarsela, almeno nei 200 farfalla, che sono la sua gara principale, con la Pirozzi».

Nuove leve. Fin qui i “veterani” ma non mancano i giovani di belle speranze. C’è il dorsista riccionese Simone Sabbioni che ha già in tasca la qualificazione per Dordrecht e per Nanchino ma non si vuole fermare qui. «E’ arrivato il momento di dare fastidio ai più grandi - dichiara Corsetti - ci proveremo anche se non voglio caricare Simone di troppe responsabilità».

Tra gli atleti giovani che possono dire la loro c’è Sara Gyertyanffy (Imolanuoto) che ha conquistato ben sei medaglie ai giovanili di tre settimane fa, l’imolese Paolo Ricci, campione italiano cadetti dei 100 farfalla che ha il quarto tempo stagionale sulla distanza e punta a una difficile qualificazione europea e il riccionese Marco Paganelli che se dovesse ritrovare la condizione che gli è un po’ mancata tre settimane fa, potrebbe cercare una difficile qualificazione agli Eurojunior nella rana. Per Gabriele Minichini, cadetto dell’Imolanuoto potrebbe arrivare il salto di qualità nei 200 stile libero, mentre appare più difficile l’exploit di Camilla Dal Rio, che ha pur sempre il secondo crono in Italia dei 200 misti ma quest’anno ha deciso di dedicarsi più allo studio che al nuoto, mentre dagli outsider Luca Valentini, Stefano Ancarani, Clara Camaggi, Chiara Vandini, Ilaria Montevecchi, Carlotta Fiordoro, Mattia Dall’Aglio, Michael Bianchini, Gianlorenzo Parmigiani, Giulia Arfellini, Clara Camaggi e gli “esuli” Stefano Graf, Gianluca Castellana e Fabio Zironi (Alto Reno) e tutti gli emiliani della Swim Pro si attendono miglioramenti sui crono stagionali.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000