CALCIO SERIE D

Il trio d’attacco del Cesena ha un curriculum da 211 gol

Danilo Alessandro nella sua carriera ha già messo a segno 82 reti Giovanni Ricciardo è a quota 73, mentre Loris Tortori è arrivato a 56

di LUCA ALBERTO MONTANARI

22/08/2018 - 08:12

Il trio d’attacco del Cesena ha un curriculum da 211 gol

CESENA. L’hashtag lo ha scelto Danilo Alessandro: #triomedusa. Appena sopra c’è la foto, scattata all’arrivo nel ritiro di Acquapartita: Giovanni Ricciardo a sinistra, Danilo Alessandro al centro e Loris Tortori a destra.

In campo non giocheranno in quest’ordine, ma in fondo questa è un’altra storia. Per ora contano la fame, la condizione, la lievitazione e l’amalgama del nuovo tridente del Cesena, voluto fortemente da Alfio Pelliccioni. I tre moschettieri del nuovo corso sono innanzitutto grandi amici per motivi calcistici ma anche campanilistici: Ricciardo e Tortori hanno segnato 18 gol in due (9 a testa) nella stagione 2013-2014 a Melfi in serie C e l’ultimo arrivato è un romano doc come Alessandro, incontrato spesso da avversario.

Fuori dal campo il feeling è totale (sabato sera sono arrivati insieme al Chiostro), dentro al campo ci sono un sacco di buoni motivi che fanno ben sperare. E poi ci sono i numeri, cioè il biglietto da visita.

Cifre

E tra i numeri segnatevene uno: 211. È la somma delle reti realizzate in carriera da Alessandro, Ricciardo e Tortori. Esperti, smaliziati, ben rodati al piano superiore, nei piedi hanno un bottino considerevole che dovrà lievitare nella stagione appena cominciata. Alessandro punta alla tripla cifra di gol in carriera: per ora si è arrampicato fino a quota 82, andando ben quattro volte in doppia cifra dopo la prima esperienza di dieci anni fa a Cesena. La stagione più prolifica risale al 2009-2010, quando realizzò addirittura 22 gol (in 30 partite) con la maglia del Voghera mentre tre anni dopo, sempre nei dilettanti e sempre a Voghera, ne fece 14. Ma Alessandro è andato in doppia cifra due volte anche tra i professionisti: 19 reti in C2 con la maglia del Real Vicenza (2013-2014) e 11 gol l’anno scorso in C con il Pro Piacenza.

Se al figliol prodigo piace partire da fuori e accentrarsi, il collega Ricciardo è un classico centravanti d’area e di peso, bravo però anche nella ricerca della profondità. In carriera le cifre ufficiali parlano di 73 reti. Le stagioni in doppia cifra sono due: una in C2 con la maglia del Fondi, quando realizzò 13 gol nel 2011-2012, e una in D due anni fa alla Sicula Leonzio, con 14 reti in 27 partite e la promozione a fine campionato. Quest’anno il barbuto 31enne centravanti di Messina (ne compirà 32 a dicembre) sfaterà un tabù: per la prima volta in carriera inaugurerà una stagione al Nord, dove al massimo aveva collezionato 6 presenze al Casale dal gennaio 2013 in C2.

Infine, ecco l’ultimo arrivato Loris Tortori, che è decisamente meno attaccante e/o finalizzatore dei due compagni ma che in carriera ha comunque totalizzato 56 reti, di cui 8 in serie D nell’unico campionato di quarta serie disputato 10 anni fa.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c