CALCIO

Montanari prende per mano il Rimini in un nuovo mondo

Il centrocampista ha già giocato sette stagioni tra C1 e C2: «In C di giocatori super ne ho visti pochi, quello che conta è il gruppo»

17/08/2018 - 16:33

Montanari prende per mano il Rimini in un nuovo mondo

RIMINI. Pochi giocatori nel Rimini come Andrea Montanari possono dire di conoscere bene la serie C, tra vecchie C2 e C1. Nel complesso il 31enne centrocampista di Cesenatico può vantare sette stagioni nella terza serie, due anni al Bellaria in C2, due stagioni al Marcianise in C1, due alla Valenzana in C2 ed ancora una al Castel Rigone in C2. Un cammino che paradossalmente è iniziato con la Berretti a Rimini e tuttora prosegue con il biancorosso. In una squadra con molti esordienti in categoria, l’esperienza di questo giocatore può essere molto utile, tanto più che Montanari appare tra i giocatori più in palla in queste prime settimane di lavoro.

Inutile negare che la primissima versione stagionale del Rimini ha messo in grande evidenza i giocatori atleticamente più preparati e pronti ai blocchi. Insomma, finora hanno fatto un figurone chi corre di più e chi con più facilità entra in condizione. Il centrocampista di Cesenatico ogni volta che è entrato in campo, tra amichevoli e Coppa, ha dato dimostrazione di grande solidità e determinazione, un po’ le sue caratteristiche principali.

Buona partenza

Montanari racconta così i primi passi nella seconda stagione con la maglia biancorossa: «Un po’ mi aiuta la struttura fisica, giocatori longilinei come me ed Arlotti, per fare un esempio, facciamo meno fatica e comunque, caldo a parte, posso assicurare che di lavoro con Righetti se ne fa tanto».

Montanari prova a spiegare come potrà essere la serie C, lui che l’ha già vissuta in mezza Italia: «Non è facile a dirsi perché negli anni in cui l’ho fatta io era diversa e ora il livello è tutto da scoprire. Posso dire che nel Rimini sono arrivati giovani preparati, persone serie. A questo aggiungiamo il fatto che il vecchio gruppo è rimasto. Sono curioso di vedere gli avversari, per quanto ci riguarda posso solo dire che ci daremo dentro».

Conta il gruppo

Montanari riparte e aggiunge: «Di giocatori super in C ne ho visti pochi, ci sono tanti buoni giocatori ed in questi casi il gruppo fa la differenza. Noi siamo una squadra equilibrata, forse una delle più equilibrate e poi credo che giocare in C, in generale, sia più facile che in D. Per questo credo che certi nostri giocatori potrebbero avere un rendimento ancora superiore all’anno scorso».

È il momento di fare il coast to coast di Montanari, nato calcisticamente a Rimini e tornato nella piena maturità: «Ho fatto l’anno della Berretti, sono cresciuto molto, mi sono approcciato alla prima squadra, dopo alcuni anni ho avuto l’occasione di tornare al Rimini in B, ma sono rimasto a Marcianise, un po’ ho rosicato, ma ero più giovane. Rimini è una piazza bella, dove tutti vorrebbero giocare».

A che punto è il Rimini in vista del campionato? «Saremo al 60-70%, credo che nel complesso siamo ad un buon livello».

Senza Cicarevic

La squadra si è allenata ieri al completo, tranne Cicarevic che risente ancora della distorsione alla caviglia. Oggi allenamento solo alla mattina.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c