COPPA ITALIA

Un’Imolese ancora in festa non resiste al Benevento

I rossoblù, appena ripescati in C, vanno sotto dopo 46 secondi e crollano definitivamente al 28’

di LUCA MAIO

06/08/2018 - 09:50

Un’Imolese ancora in festa non resiste al Benevento

BENEVENTO. L’Imolese chiude la settimana della gioia per il ripescaggio in serie C con una netta sconfitta a Benevento (3-1), abbandonando la Coppa Italia, manifestazione in cui si è tolta lo sfizio di eliminare la Carrarese. Troppo netto, specie ora che non è stato ancora rifatto il mercato in vista della Serie C, il divario tecnico con il Benevento, squadra di alta B, che ha sciorinato una prestazione di spessore nel primo tempo. Tanta la voglia dei giallorossi di fare bene davanti ai propri tifosi, tanto che sono bastati 46 secondi per sbloccare il risultato con Roberto Insigne, il cui sinistro a giro dal lato corto dell’area ha ricordato qualche rete del suo fratello più famoso. Da quel momento i padroni di casa si scatenano, trovando sempre modo di fare male ai romagnoli, soprattutto con l’azione sulle corsie laterali, dove le coppie Maggio-Insigne e Di Chiara-Improta non concedono tregua all’Imolese. E difatti il raddoppio del Benevento arriva già al 9’, quando Coda è abile a ribadire in rete da pochi passi una respinta corta di Rossi, dopo un suo colpo di testa. Fioccano gli applausi per gli uomini di Bucchi, che sotto la regia sapiente di Viola e Nocerino offrono scampoli di bel calcio, con azioni manovrate e veloci. Un prodigio di Rossi nega il 3-0 a Nocerino al 13’ dopo una combinazione con Tello. I rossoblu di Dionisi ballano in difesa, dove si sente l’assenza dello squalificato Boccardi, e prima della mezz’ora il Benevento cala il tris. Ancora Nocerino a orchestrare l’azione, palla a Insigne e cross da destra a trovare Improta, che al volo trova un bel pallonetto (forse non voluto) che scavalca Rossi. Con il risultato ormai al sicuro, i padroni di casa abbassano il ritmo gestendo in scioltezza la situazione.

Nella ripresa la partita cala di intensità e questo aiuta gli uomini di Dionisi, che quanto meno ci mettono tanta grinta e generosità, con Belcastro a fare calcio. Su una punizione calciata da Carraro al 53’ Maggio devia il pallone di testa nella sua rete e in piccola parte riapre la partita. L’Imolese prende coraggio e al 64’ va vicino al 2-3 con De Marchi, che dopo una gran bella ripartenza, entra in area ma tira debolmente da ottima posizione, consentendo a Puggioni di bloccare a terra la sfera.

Il Benevento si ricompatta anche grazie agli innesti degli ultimi arrivati Ricci e Bandinelli, e la partita scorre via tranquilla fino al fischio finale, con i giallorossi che sfiorano anche la quarta rete. Successo ineccepibile dei sanniti, che confermano di poter essere tra i principali protagonisti della B, mentre l’Imolese può iniziare a pensare con serenità alla nuova avventura in serie C.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c