VOLLEY SUPERLEGA

Bunge, via alle grandi manovre Goi e Poglajen sì, Marechal addio

Libero e schiacciatore confermati. L’asso francese ha deciso di chiudere la sua avventura in Italia

19/04/2018 - 13:14

Bunge, via alle grandi manovre Goi e Poglajen sì, Marechal addio

RAVENNA. Una settimana fa la Bunge sbarcava a Ravenna con la Challenge Cup in mano e con la consapevolezza che per gli eroi di Atene si strava concludendo una fantastica avventura. L’impressione è che, in vista della prossima stagione, si vada verso l’ennesima rivoluzione in giallorosso anche se ieri sono arrivate le prime conferme.

Goi e Poglajen restano

Quella più attesa è del libero Riccardo Goi che dunque proseguirà la sua avventura in giallorosso per il sesto anno consecutivo. Un finale di annata che ha esaltato il libero ravennate, che ormai è una vera e propria istituzione in casa Bunge. La giornata di ieri ha segnato anche il proseguimento del rapporto fra il club ravennate e lo schiacciatore argentino Cristian Poglajen, altro protagonista assoluto della cavalcata della Bunge: solidità e continuità per l’argentino che si prepara ad un’estate di lavoro con la nazionale biancoceleste di Velasco.

Marechal se ne va

Chi, invece, non continuerà la sua avventura ravennate è lo schiacciatore Nicolas Marechal che proprio ieri ha comunicato che lascerà l’Italia per trasferirsi in un torneo estero. Un addio pesante per i ravennati che, però, potrebbero essere già coperti nel settore martelli ricevitori dove potrebbe essere promosso a titolare Giacomo Raffaelli, che si è spesso fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa. Nei prossimi giorni potrebbe arrivare per lui il prolungamento di contratto e a Ravenna dovrebbe restare (o arrivare, visto che quest’anno è stato sempre e solo aggregato alla squadra per un serio infortunio) Tiziano Mazzone, atleta molto interessante che potrebbe proseguire la sua avventura in giallorosso avendo un altro anno di contratto. Potrebbe essere invece rivoluzionato il settore centrali, con Diamantini e Vitelli che rientreranno dal prestito a Civitanova, che potrebbe poi tenerne almeno uno in rosa. La Bunge potrebbe proporsi per il prolungamento del contratto di uno dei due, mentre per Georgiev si vedrà nei prossimi giorni il da farsi.

Buchegger e Orduna?

I nodi più complicati da sciogliere sono quelli che riguardano la diagonale. L’opposto austriaco Paul Buchegger è destinato a diventare uno degli uomini mercato ed è molto difficile che possa restare in giallorosso, nonostante sia legato a Ravenna da un altro anno di contratto. Il diesse di Perugia Recine non ha nascosto il suo interesse nei confronti del giocatore che dunque potrebbe aspettare la fine dei play-off per decidere cosa fare del proprio futuro.

Ancora più complicata la posizione dell’alzatore Santi Orduna. L’argentino si è rilanciato a Ravenna e resterebbe molto volentieri in giallorosso ma a Milano c’è un forte interesse nei suoi confronti e il club meneghino il prossimo anno potrebbe puntare molto in alto per cui dovesse arrivare una proposta Orduna farebbe fatica a dire no. Nel ruolo di opposto potrebbe essere promosso il cubano Gutierrez (che dagli addetti ai lavori alla vigilia del campionato era dato titolare), mentre nel ruolo di palleggiatore si potrebbe puntare su un giovane interessante (Sbertoli da Milano?).

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c