CALCIO D

Clamoroso: il Rimini a -1 dalla vetta esonera il tecnico Simone Muccioli

Ieri mattina la società lo ha convocato in sede: l'allenatore si è presentato pensando fosse un normale summit di mercato e invece il direttore sportivo Tamai gli ha dato il benservito

Clamoroso: il Rimini a -1 dalla vetta esonera il tecnico Simone Muccioli

RIMINI. Simone Muccioli non è più l’allenatore del Rimini. Il suo posto sarà preso da Gianluca Righetti, attuale coordinatore dei settori giovanili delle società satelliti del Rimini ed ex tecnico della Fya Riccione, quando ai vertici del club della Perla Verde c’erano Grassi e Tamai. È stata la società a comunicarlo ieri poco dopo le 13 ma il tam tam dell’esonero ha cominciato a suonare fragoroso già attorno alle 11 quando Muccioli era da poco salito in auto in quanto convocato dal direttore sportivo per un colloquio.

Summit-lampo

Già, perché il fatto curioso è che Muccioli non sapeva nulla, anzi era straconvinto di andare ad un summit di mercato, visto che il tecnico aveva manifestato a Tamai l’intenzione di tornare alla difesa a quattro e quindi aveva bisogno di un paio di difensori, un under e un over. Muccioli non sapeva dell’esonero. Peccato lo sapesse già mezza Rimini...

Quello con Pietro Tamai è stato un incontro brevissimo. In quanto dopo cinque minuti, Muccioli ha capito da solo che il problema che gli veniva presentato non era relativo ai giocatori ma a lui.

Motivi dell’esonero

La società si è trincerata dietro il silenzio più assoluto: Grassi e Tamai parleranno oggi in conferenza stampa. Al momento i motivi dell’esonero sono incomprensibili, visto che i risultati c’erano (in fondo, il Rimini è una matricola al secondo posto a -1 dalla vetta) anche se la squadra era reduce da due pareggi consecutivi.

L’incontro con la squadra

Probabilmente per l’ex tecnico biancorosso sarebbe stato meglio prendere una coltellata, detta alla Gattuso, che una notizia simile anche perché non c’erano modi e tempi per tutto ciò. Sebbene Muccioli fosse stato ingiustamente messo sulla graticola già dopo la prima sconfitta stagionale con la Sangiovannese: poi la vittoria sul Villabiagio aveva finito per calmare le acque.

Ieri pomeriggio alle 14.30 Muccioli si è recato al Romeo Neri dove la squadra si stava preparando per l’allenamento dal momento che domani sarà impegnata contro il Matelica nei sedicesimi di finale di Coppa Italia. Il tecnico ha voluto salutare e ringraziare di persona tutti i suoi ragazzi, coloro che assieme a lui stavano vivendo un bel sogno, quello di rendere il Rimini grande protagonista del girone D della serie D. Quindi Muccioli ha preso i suoi effetti personali, ha salutato tutti, è salito in auto ed è tornato nella sua Longiano con la coscienza a posto.

Così Muccioli

L’ormai ex allenatore del Rimini non intende entrare nel merito della decisione, almeno per il momento, e ringrazia tutti: «Voglio semplicemente ringraziare questa società perché mi ha dato l’opportunità di allenare in una piazza prestigiosa come quella di Rimini. Ma soprattutto dico grazie ai giocatori, dal primo all’ultimo, allo staff medico e naturalmente ai miei collaboratori».

Ora tocca a Luca Righetti

Salvo ripensamenti dell’ultima ora, il nuovo tecnico sarà Righetti, già nell’orbita Rimini da diverso tempo. Gli sarà chiesto di fare meglio di Muccioli. Tradotto, significa portare il Rimini in Serie C. Perché al 2° posto il Rimini c’è già ora...

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017