Domenica 11 Dicembre 2016 | 01:17

Più letti oggi

CALCIO ALLIEVI DILETTANTI

Il Forlì conquista il tricolore in una serata storica

Fantastica impresa dei biancorossi: la vittoria sull'Enotria vale lo scudetto di categoria

Il Forlì conquista il tricolore in una serata storica

FORLÌ. In un Morgagni gremito e più vivo che mai il Forlì (prima emiliano-romagnola a farlo) conquista il suo primo scudetto Allievi Dilettanti.

L’Enotria, in maglia blaugrana simil-Barcellona, fa la fine della Spagna: sconfitto per 2-0 da un avversario dimostratosi superiore.

A dispetto di caldo e tensione, si gioca da subito a ritmi altissimi. Dopo 6 minuti Dosi anziché tirare dai 20 metri cerca l’imbucata per Curia ma sbaglia la misura del passaggio.

Il Forlì ci mette poco a prendere in mano il pallino del gioco: al 10’ prima grande chance con Cortini che, mandato in porta da Croci, calcia su Cusmenco in uscita. Letteralmente a un centimetro dal gol ci va invece Michael Venturi al 18’: la sua zuccata su punizione di Battistini colpisce la parte bassa della traversa e calpesta la linea di porta.

È solo il preludio all’1-0, che arriva al 26’: se lo inventa Niccolò Venturi, che intercetta ai 40 metri un passaggio fiacco di Dosi e si invola verso la porta. La difesa dell’Enotria non lo tiene e il numero 7 del Forlì segna con l’ausilio del palo. I lombardi si risvegliano e al 31’ Curia viene steso da Michael Venturi appena dentro l’area e l’arbitro opta per il rigore ma la punta non completa l’opera: Baldassarri para alla grande il terzo rigore nella fase finale.

Il Forlì rientra bene in campo e al 55’ raddoppia con un’azione da rivedere all’infinito: triangolo tra Croci e Niccolò Venturi, altro uno-due tra quest’ultimo e Battistini, palla a Cortini che da pochi passi insacca. Due minuti dopo lo stesso Cortini viene atterrato in area da Dosi ma dal dischetto Battistini fallisce il colpo del ko, con Cusmenco che la devia sul palo. Poco male per il Forlì, perchè dell’Enotria nella ripresa non c’è praticamente traccia e i ragazzi di Maurizio Giordani gestiscono fino al triplice fischio che vuol dire scudetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000