Giovedì 29 Settembre 2016 | 05:15

MOTOCICLISMO

Bulega brucia le tappe e si laurea campione del mondo

Il giovane talento riminese trionfa a Valencia nel Cev Junior: «Lo dedico a Valentino Rossi»

Bulega brucia le tappe e si laurea campione del mondo

Nicolò Bulega

VALENCIA. Un successo di caratura internazionale che proietta il talento emergente riminese Nicolò Bulega verso un futuro sempre più prestigioso. A Valencia sono andate infatti in scena le ultime due gare del Cev, Campionato del Mondo Junior. Bulega che proprio al “Ricardo Tormo” domenica scorsa aveva fatto un convincente esordio del mondiale Moto3, ha ottenuto un quarto e un terzo conquistando così il titolo del CEV Moto3 e di Campione del Mondo Junior. Il pilota della VR46 Riders Academy è il primo italiano a vincere il campionato spagnolo e ad aggiudicarsi la prima edizione del Mondiale Junior. Gara1 è stata ricca di colpi di scena. Dopo una “falsa partenza” con gara interrotta al terzo giro per una caduta, alla ripresa (solo 9 giri), Bulega ha sofferto perdendo subito otto posizioni. La rimonta lo ha portato fino al comando ma pur in difficoltà con le gomme, ha centrando il quarto posto, posizione che, comunque, gli ha dato la possibilità di prendere punti su Canet, suo inseguitore in campionato, caduto nell’ultimo giro.

In gara 2 Nicolò ha guidato fin dall’inizio la gara, gestendola con intelligenza e controllando il gruppetto degli avversari, in primis Arenas, distante in classifica di soli 13 punti. La gara si è giocata in volata con il pilota della VR46 Riders Academy che ha gestito il distacco dallo spagnolo, classificandosi al terzo posto dopo Arenas e Canet.

«Sono senza parole - spiega -. E’ stato un anno fantastico dove abbiamo lavorato benissimo e duramente. Il fine stagione ha dell’incredibile. Siamo andati sempre a podio a parte la penultima gara qui a Valencia ma ci sta vista la pressione che avevamo addosso. Voglio ringraziare tutto il team, la mia famiglia, gli amici che mi sono stati vicini e dedico questo campionato a Vale». Luca Brivio, team Manager dello Junior Team VR46 , non nasconde di essere «emozionato», e prosegue: «Faccio ancora fatica a crederci. E’ stato un gran week end. Nicolò è stato veloce fin dai primi turni stando sempre davanti». Brivio poi conclude: «In generale il bilancio della stagione è più che positivo: siamo riusciti a centrare la vittoria partendo da esordienti. Vorrei fare tantissimi complimenti a Nicolò che ha guidato in modo fantastico. Un grazie speciale va anche a tutta la VR46, a Vale soprattutto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000