Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:47

BASKET

L'Acmar torna alla vittoria

I leoni giallorossi soffrono ma piazzano la zampata vincente con Sollazzo e Amoni

 L'Acmar torna alla vittoria

RAVENNA. In attesa dell’arrivo dell’americano Mike Singletary, quasi certo rinforzo dell’Acmar, dai Barako Bull Manila, la formazione di Lanfranco Giordani interrompe la serie di quattro sconfitte consecutive contro Chieti piazzando un preziosissimo 2-0 negli scontri diretti. I leoni giallorossi soffrono (31-40), lottano con le unghie e con i denti, risalgono e alla fine piazzano la zampata dopo quattro volate negative.

Minibasket. I primi tre minuti sorridono ai leoni giallorossi (6-2) ma Passera e Raschi trovano il fondo della retina per il primo vantaggio esterno (8-9 dopo 7’). In chiusura di prima frazione Ravenna trova comunque un nuovo, piccolo, vantaggio nonostante lo 0/2 ai liberi di Rivali (12-11). La partita non decolla e al 12’ il punteggio è un modestissimo 13-13. E’ una tripla da nove metri di Comignani a muovere il tabellone, Shaw la beccata di Passera portano (14-22). Cicognani e Broglia rosicchiano qualcosa (18-22) ma Diomede e Comignani allontanano nuovamente gli abruzzesi (18-26). La squadra di Giordani ci prova con il tiro pesante (0/5 all’intervallo) ma sono i primi punti di Foiera potrebbe portare respiro ai romagnoli che però subiscono nuovamente la beccata di Passera (22-29) a cui risponde il gioco da tre punti del lungo cesenate (27-32) che chiude la prima metà gara. L’astinenza da bombe in casa Acmar prosegue in avvio di ripresa con due errori in serie (Amoni e Sollazzo), Shaw invece ne sgancia due (31-40 dopo 23’) per quello che sarà il massimo vantaggio abruzzese.

Acmar tartaruga vincente. Per rimontare l’Acmar diventa come la tartaruga contro la lepre, un passettino alla volta fino alla volata vincente. Ravenna ritorna in partita con Broglia e Sollazzo (38-40 dopo 27’) che diventa 41-42 quando finalmente Foiera incamera la prima bomba ravennate dell’intera partita e Rivali in avvicinamento insacca il vantaggio Acmar dopo quasi venti minuti di rincorsa (45-44). La tendenza al rialzo della fine del terzo quarto viene rispettata dai giallorossi anche in avvio di ultimo periodo con Bedetti e e Broglia (49-45) ma perdono Cicognani per falli. La tripla di capitan Amoni e il coast to coast di Bedetti sparigliano le carte (59-52 a -5’33”) per il 28-12 di controparziale complessivo. Passera avvicna gli ospiti, Sollazzo risponde (61-55), Soloperto fissa il 61-57, Rivali cade in una sanguinosa infrazione di passi (-96”) ma l’Acmar recupera il possesso che Foiera capitalizza (63-57 a -1’). Passera risponde con un gioco da tre punti 63-60 (-55.5”) imitato da Sollazzo (66-60 a -39”) e Amoni dalla lunetta porta il 68-60 che proietta i titoli di coda per la gioia dell’esaurito PalaCosta.

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000