Giovedì 08 Dicembre 2016 | 04:58

CALCIO A

Cesena, ora la serie B è matematica

Anche il Sassuolo passa al Manuzzi contro i rassegnati bianconeri (2-3)

Cesena, ora la serie B è matematica

Arriva la condanna della retrocessione matematica per i bianconeri, sconfitti 3-2 dal Sassuolo nel match delle 15 all’Orogel Stadium. Cesena che comincia alla grande, sorprendendo gli ospiti con una giocata di Cascione. Il suo lancio dalla sinistra pesca Defrel, abile ad infilarsi in velocità tra Acerbi e Cannavaro e depositare in rete dopo aver eluso l’intervento di Consigli in uscita (14’). Al 29’ il Cavalluccio raddoppia con una ripartenza orchestrata alla perfezione. Rodriguez riceve palla sulla sinistra e serve Defrel in posizione centrale. Il francese allarga a destra per Brienza che entra in area, mette a sedere Peluso con una finta e punisce Consigli con un bel mancino sul primo palo. Il Sassuolo si affaccia in avanti al 34’, quando Berardi lascia partire un traversone dalla destra che attraversa tutta l’area e trova Sansone, il cui colpo di testa è neutralizzato da Agliardi. Sul finire di tempo altra occasione per i bianconeri, con Rodriguez che arriva al tiro, sfruttando un velo di Defrel su assist di tacco di Brienza. La conclusione dello spagnolo si perde però sopra la traversa. Il Sassuolo agguanta il pari in avvio di ripresa, grazie a due giocate di Berardi in versione assist man. Al 47’ il centravanti entra in area da destra e serve Zaza, che si gira eludendo la marcatura di Capelli e batte Agliardi. Dopo 3’ lo stesso Berardi riceve palla da Sansone e con un tocco preciso serve Taider, che a tu per tu con Agliardi non sbaglia, mettendo la palla sul primo palo. Ribaltone sfiorato al 57’, quando Peluso anticipa tutti su corner di Berardi e di tacco costringe Agliardi al miracolo. Gli ospiti passano al 68’ quando Tabanelli, appena entrato, sbaglia il primo appoggio di testa per Brienza. Palla recuperata da Missiroli che dal limite lascia partire un destro sotto l’incrocio, alla sinistra dell’incolpevole Agliardi. Al 78’ doppia occasione per i bianconeri: discesa sulla sinistra di Renzetti che mette in mezzo un traversone smanacciato da Consigli. Il portiere respinge il tentativo ravvicinato di Cascione, per poi bloccare la successiva conclusione dal limite di Brienza. All’82’ è Tabanelli a sfiorare il pari, sfruttando una sponda aerea di Djuric innescato da un lancio di Perico. Il suo tentativo in spaccata è ancora respinto da Consigli. Ultimo brivido all’84’, con il portiere ospite che corregge in corner un colpo di testa di Tabanelli, su punizione dalla destra battuta da Brienza. La serie A dei bianconeri è ufficialmente ai titoli di coda.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000