Domenica 25 Settembre 2016 | 12:33

Più letti oggi

BOXE

Simona Galassi rilancia la sfida mondiale

La bertinorese sfiderà il 26 giugno l'argentina Debora Dionicius, imbattuta da 19 incontri

Simona Galassi rilancia la sfida mondiale

FORLÌ. Simona Galassi vuole una nuova corona mondiale e non teme di mettersi in gioco contro tutto e tutti. La pugile bertinorese, classe 1972, presenta oggi a Forlì la sua biografia, ma soprattutto la prossima sfida per un titolo iridato, che la vedrà opposta il 26 giugno all'argentina Debora Dionicius. L'incontro, organizzato da Giulio Spagnoli, dovrebbe svolgersi in tutta probabilità nella zona del Lago di Garda. Simona ha scelto una sfida da far tremare i polsi: la Dionicius, che ha solo 27 anni, è la campionessa del mondo in carica dei pesi supermosca Ibf ed è imbattuta da 19 incontri. Si sa che la campionessa bertinorese adora le sfide e non teme di cadere: ha sempre dimostrato non solo tecnica, potenza, determinazione, ma tanto carattere. Ha scritto pagine della storia pugilistica rosa d'Italia, vincendo tre mondiali da dilettanti, la cintura Europea Ebu nel 2007, 2013 e 2014; il mondiale mosca Wbc nel 2008 e nel 2011, il mondiale supermosca Ibf 2011 e 2012. Il suo nome brilla nell'albo d'oro. Oggi, dalle 19 nella palestra Body Planet di via del Portonaccio (angolo via Orto del fuoco) Simona, che è campionessa d'Europa in carica, presenta il libro “A modo mio” ovvero la sua autobiografia, scritta a sei mani per le edizioni “In Magazine”, con i giornalisti Flavio Dell'Amore e Dario Torromeo. In tutto 148 pagine in cui Simona presenta se stessa a tutti i propri tifosi. Un libro che parla dell'amore per la sfida e per i valori sportivi più alti di questa ragazza che si è consacrata alla fatica ed alla disciplina, fino a salire sul tetto del mondo. Una donna che ha saputo farsi largo in uno sport severo e spietato come quello della boxe, che chiede tutto a chi ha il coraggio e la passione per praticarlo, in cambio di una lotta che ha il sapore dell'eternità. Fedele a questo amore, Galassi sale sul ring cercando un ultimo appuntamento con il ring: estremo e durissimo. D'altronde una carriera come la sua merita un finale di assoluto livello. Sempre che si tratti del finale e non dell'ennesima pagina di gloria di un'atleta che non finisce mai di stupire.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000