Giovedì 08 Dicembre 2016 | 01:05

DNA GOLD, UNA SVOLTA CLAMOROSA

La Fulgor ritrova Saccaggi

Dopo i due giorni in azzurro ieri il play si è aggregato al gruppo

 La Fulgor ritrova Saccaggi

FORLÌ. Tutti in palestra sotto lo sguardo e l’ascolto di Massimo Galli. Per la Fulgor Libertas la notizia migliore in vista della gara bivio della propria stagione, l’impegno di domenica al Pala Credito contro la Fileni Jesi, è proprio questa.

Ieri il gruppo biancorosso si è avvalso, infatti, anche del ritorno di Lorenzo Saccaggi dopo i due giorni trascorsi a Roma al raduno della Nazionale di Simone Pianigiani.

“Lollo”, che in azzurro ha sostenuto solo la sessione di allenamento di martedì a causa del trauma alla testa subìto durante il match di Trapani, ha sostenuto i ritmi dei compagni per tutta la seduta e la risonanza magnetica cui si sottoporrà questa mattina ha, come ammette il direttore sportivo Stefano Benzoni, «puro scopo precauzionale». Nel clan forlivese, quindi, non c’è alcun timore e se tutto andrà bene come sembra potersi verificare, il play toscano prenderà parte all’amichevole con l’Acmar Ravenna che si svolgerà in via Punta di Ferro alle 17.30. A questa parteciperà senza problemi anche Nicholas Crow, anch’egli regolarmente in palestra ieri.

Jesi ne perde due. Diversa, invece, la situazione in casa Fileni Jesi, l’avversaria dei biancorossi che, in caso di vittoria a Forlì, si porterebbe a +6 in classifica e, complice l’eventuale 2-0 negli scontri diretti, prenoterebbe già ben oltre mezza fetta di salvezza. I marchigiani di coach Piero Coen sono ancora in attesa di notizie certe sulla reale entità dell’infortunio muscolare patito dal top scorer del campionato Leemire Goldwire. Se i primi esami hanno escluso lesioni muscolari, l’entità della forte contrattura al polpaccio sarà chiarita, a causa del versamento ancora presente, solo dall’ecografia cui il play si sottoporrà oggi. Solamente con il referto in mano si conosceranno i tempi di recupero, ma dal fatto che Jesi non si sia attivata alla ricerca di un sostituto a gettone fa pensare che l’assenza si possa limitare a una o due partite. Quelle, comunque importantissime, che la Fileni giocherà a Forlì e poi a Trieste. A leggere tra le righe, anche la decisione, ufficializzata ieri, di cedere in prestito l’ala Raphael Gaspardo alla Remer Treviglio in Dna Silver fa propendere per la possibilità di recuperare il play in tempi rapidi.

Fidarsi non è bene. Qualcuno sussurra che poi, domenica, Goldwire si materializzerà al Pala Credito in canotta arancione. È come minimo irrealistico, ma l’assenza sua e di Gaspardo non deve illudere i biancorossi. Anche se la Fileni avrà una rotazione ridotta, si tratta pur sempre di otto giocatori che Coen può alternare ora che anche l’ala danese Darko Jukic ha fatto rientro in squadra. Per innescare al meglio la coppia di lunghi Maggioli-Rocca, poi, la regia di Stefano Borsato basta e avanza.

Sconti alla cassa. Per questo serve il massimo dell’appoggio a Cain e compagni. E per questo la società ha deciso di applicare sconti all’ingresso con l’iniziativa “Abbonato per un giorno”.

In pratica sino agli 11 anni si entra gratis, dai 12 ai 18 si paga 1 euro per la gradinata, 5 per la tribuna, 15 e 20 per i due parterre, mentre i maggiorenni pagheranno rispettivamente 8, 12, 20 o 30 euro a seconda del settore. Esattamente quanto, a partita, sborsa chi ha fatto l’abbonamento

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000