logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

SAN MARINO

Iss: crescono gli infortuni sul lavoro 476 nello scorso anno, 33 in più

Aumenta di 100 mila euro in un anno il costo dell’indennità erogata: 505.837 euro I giorni di malattia riconosciuti sono stati 700 in più rispetto al 2016

28/04/2018 - 18:00

Iss: crescono gli infortuni sul lavoro 476 nello scorso anno, 33 in più

SAN MARINO. Nel 2017 sono aumentati di qualche decina gli infortuni sul lavoro nella Repubblica di San Marino, così come i giorni di malattia riconosciuti sono stati 700 in più. Questo il bilancio della sicurezza sui luoghi di lavoro sul Titano, fornito dall’Iss in occasione della Giornata mondiale per la salute sui luoghi di lavoro, indetta il 28 aprile di ogni anno dall’Ilo, Organizzazione Internazionale del Lavoro, agenzia specializzata delle Nazioni Unite. In dettaglio, secondo i dati relativi al numero di infortuni sul lavoro, nel 2017 si è registrato un andamento in leggero aumento rispetto all’anno precedente, ma nella media degli ultimi 5 anni. Nel 2017 sono infatti state accolte 412 denunce di infortuni sul lavoro dalla Uoc Medicina Legale e Fiscale, a fronte dei 379 del 2016, 33 in più in 12 mesi. In parallelo lo scorso anno sono stati 8.539 i giorni di malattia, mentre nel 2016 sono stati 7.257, con uno scarto di circa 700 giorni in meno. I dati del 2017, fa sapere l’Iss, rientrano nella media per numero di infortuni degli ultimi 5 anni, ma con un aumento nel numero di giorni di malattia erogati. Inoltre, nell’ultimo quinquennio si è registrato un incidente mortale, avvenuto nel 2017, mentre erano stati 2 nei cinque anni precedenti (uno nel 2009 e l’altro nel 2010). In totale dal 1992 a fine 2017, gli incidenti sul lavoro con esito fatale in Repubblica sono stati 13. Dal punto di vista economico, nel 2016 gli infortuni sul lavoro hanno registrato un costo relativo all’indennità erogata pari a 406.766 euro, mentre nel 2017 il costo è stato di 505.837 euro: circa 100 mila euro in più in un anno. E ancora: al 31 dicembre 2017 risultano erogate dall’Istituto per la sicurezza sociale 307 pensioni privilegiate per infortuni, per una spesa totale di 1 milione e 408 mila euro, che fa registrare un calo di 40mila euro rispetto a quanto erogato nel 2016.

«L’Iss dedica da tempo grande attenzione su tale tema - spiega una nota dell’istituto di Caiulungo - attraverso controlli, verifiche, ispezioni, rilasci di pareri e interventi di vigilanza a cui possono seguire provvedimenti di tipo amministrativo e sanzionatorio». In dettaglio, l’Uos Sicurezza Antifortunistica sul lavoro registra nel 2017 un totale di 49 sopralluoghi in aziende a cui si aggiungono 47 interventi di vigilanza per controlli in cantieri edili, 8 interventi su segnalazioni esterne, 217 sopralluoghi.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c