logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

SAN MARINO

Al via l’indagine sui fabbisogni formativi e occupazionali del Titano

Stesura di un questionario per capire su quali asset puntare e le necessità delle aziende

26/04/2018 - 12:28

Al via l’indagine sui fabbisogni formativi e occupazionali del Titano

SAN MARINO. Parte in questi giorni la seconda edizione dell’indagine sui fabbisogni formativi e occupazionali delle imprese sammarinesi. L’iniziativa è nata lo scorso anno grazie alla stretta collaborazione tra segreteria di Stato per l’Industria, l’Artigianato, il Commercio, il Lavoro, la Cooperazione e le telecomunicazioni ed il Centro di formazione professionale e per le Politiche attive del lavoro. Una collaborazione che ha portato alla stesura di un questionario per capire su quali asset puntare per una formazione mirata alle necessità delle aziende.

Serve innovazione

L’indagine sui fabbisogni formativi e occupazionali delle imprese sammarinesi 2018, nata dall’esigenza di innovare il settore e specializzare l’offerta formativa in relazione alla domanda ed offerta di lavoro, è un’indagine universale inviata a tutte le imprese attive nel territorio sammarinese. «La formazione è strategica per il futuro di San Marino, crediamo che investire nel capitale umano sia un modo concreto anche per finanziare l’innovazione», si legge in una nota dell’ufficio stampa del congresso.

Come l’anno precedente, il questionario verrà somministrato in forma telematica attraverso il portale Opec della Pubblica amministrazione, rendendo da un lato più semplice e immediata la modalità di inserimento delle risposte da parte delle imprese e dall’altro consentendo un’elaborazione dei dati più rapida ed efficiente.

Come funziona

A livello metodologico, il questionario si compone di domande con modalità di risposte prevalentemente predefinite ed alcune domande con risposta aperta, al fine di conoscere più in dettaglio il punto di vista del rispondente. L’obiettivo è quello di raccogliere informazioni relative al fabbisogno di nuove professionalità e di formazione espresse dalle imprese, effettuare l’analisi dei bisogni a supporto degli orientamenti di programmazione di politiche attive per il lavoro, al fine di collegare la domanda proveniente dalle attività economiche con la formazione di professionalità determinate e/o competenze trasversali. Tutto ciò per fornire un’offerta formativa ai lavoratori che sia adeguata alle esigenze delle imprese e ai loro percorsi di sviluppo economico.

La buona riuscita dell’indagine e quindi la sua efficacia dipenderà molto dal livello di collaborazione che si riscontrerà presso i destinatari. Più risposte perverranno e più efficaci potranno essere le attività formative che i competenti uffici e il settore privato potranno sviluppare. Subito dopo si procederà all’analisi delle informazioni ricevute, per identificare le necessità professionali ed occupazionali delle imprese sammarinesi e sviluppare un’offerta professionale formativa sempre più aderente alle effettive esigenze delle aziende. «Si ringrazia anticipatamente per la collaborazione e l’attenzione che verrà dedicata alla compilazione del presente questionario e si ricorda che, qualora ci fossero chiarimenti da richiedere, si può contattare il Centro di formazione professionale e Ufficio politiche attive per il lavoro ai numeri telefonici 0549/885721 – 885735 o tramite mail all’indirizzo info.cfp@pa.sm».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c