Venerdì 30 Settembre 2016 | 12:02

IN PENSIONE

Padre Benedettini lascia la sala stampa

Partito da Serravalle era stato chiamato a gestire la comunicazione della Santa Sede nel 1994

Padre Benedettini lascia la sala stampa

SAN MARINO. Dopo 21 anni di servizio e responsabilità, quale vicedirettore della sala stampa della Santa Sede, padre Ciro Benedettini che domani compie 70 anni si ritira per la meritata pensione. A fine mese infatti lascerà il prestigioso incarico che lo ha portato a gestire la comunicazione di tre Pontefici: San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco I.

Il sacerdote di Serravalle, passionista, classe ’46, giornalista professionista, si è licenziato in teologia nella università Pontificia Salesiana di Roma nel 1971, ha quindi frequentato il corso di Scienze dell’opinione pubblica alla Luiss di Roma e si è specializzato in Teologia alla pontificia università Gregoriana.

Già direttore del mensile “Eco di San Gabriele”, dopo aver frequentato corsi di comunicazione alla New York University ed alla New School, nel 1994 è stato chiamato in Vaticano alla sala stampa della Santa Sede, quale assistente dell’allora direttore Joaquín Navarro-Valls. L’anno seguente è arrivata la nomina a vicedirettore, ruolo che ricoprirà fino al 31 gennaio prossimo. Gli habituè della sala stampa della Santa Sede lo descrivono con sentita stima, come un gentiluomo del giornalismo e professionista di grande umanità, sempre disponibile con tutti i colleghi.

Anche se la vocazione e la carriera lo hanno portato lontano da San Marino, il suo legame con il Paese d’origine è da sempre molto forte.

«Mi sento fiero di essere sammarinese e lo dico a tutti», così padre Benedettini, in un’intervista rilasciata a San Marino Rtv, nell’ottobre 2014, nel pieno del ciclone della “tangentopoli sammarinese”, rimarcava l’affetto e l’orgoglio per il Paese di appartenenza. A chi ha avuto l’occasione di visitare il suo studio sa che è presente una bandiera biancoazzurra. Lo stesso sacerdote assicura di non perdersi mai le notizie della Repubblica, la cui lettura si aggiunge alla ricca rassegna stampa internazionale di cui si occupa quotidianamente. E in particolare, dopo la bufera giudiziaria iniziata dall’affare Conto Mazzini, padre Benedettini ha inviato ai sammarinesi un messaggio di speranza: quelle notizie «certo mi fanno soffrire- commentava ai microfoni della tv di Stato all’esordio della vicenda - ma se penso alla storia di San Marino, ci sono stati momenti molto più brutti di questi. I nostri padri sono sempre riusciti con buon senso a venirne fuori e sono sicuro che anche in questo momento ne verremo fuori e San Marino brillerà come la Serenissima Repubblica davanti a tutto il mondo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000