Venerdì 30 Settembre 2016 | 13:45

RICCIONE

Il capitano si fa togliere il rigore

Lezione di stile nel calcio giovanile: «Signor arbitro sono inciampato da solo»

Il capitano si fa togliere il rigore

Carlo Sogos

RICCIONE. Una piccola grande lezione di amore per il gioco è stata offerta domenica scorsa sul campo dell’Asar Riccione, dove giocavano la Scuola calcio della Polisportiva Riccione e il Verucchio . A cinque minuti dalla fine del secondo tempo, l’arbitro fischia un rigore a favore della Polisportiva. Carlo Sogos, il capitano dei riccionesi nonché giocatore che ha subìto il fallo, si avvicina al direttore di gara e gli spiega quel che realmente è accaduto. «Signor arbitro, sono inciampato da solo» dichiara Sogos e l’arbitro annulla il penalty. Applausi convinti del pubblico riccionese e verucchiese e stretta di mano fra arbitro e giocatore. La partita si conclude 1 a 1 senza recriminazioni da parte di nessuno. Tanto meno dei genitori dei giovani giocatori della Polisportiva. Sogos è il capitano della squadra che l’anno scorso vinse il premio Disciplina nel Campionato Giovanissimi 2013/2014.

In un mondo del calcio che è costretto a predicare anche attraverso spot pubblicitari a pagamento la non-violenza contro arbitri, avversari, tifoserie e giocatori di altre etnie, la Scuola Calcio della Polisportiva si dichiara orgogliosa di portare in campo, con le sue squadre, valori quali la correttezza, la serenità, l’amore per il gioco.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000