Lunedì 26 Settembre 2016 | 21:01

SI CONTINUA A VOLARE

L'aeroporto non chiude, gestione Enac

La conferma dal prefetto: «Prima volta che accade. Commissario dal 1° novembre»

L'aeroporto non chiude, gestione Enac

 

RIMINI. «L’Enac ha deciso di prendere in concessione l’aeroporto e metterà un commissario a partire del 1° novembre: ormai è certo». La conferma arriva dal prefetto al termine della riunione fiume durata quasi quattro ore dove erano presenti anche la Curatela, l’amministratore delegato di AirRiminum Leonardo Corbucci, il sindaco Andrea Gnassi e il rappresentante dell’Ente nazionale per l’aviazione civile arrivato da Roma.

E’ quindi Palomba a dare la conferma che con la fine della gestione provvisoria di Aeradria - decretata per il prossimo 31 ottobre dal Tribunale per tutelare i creditori - lo scalo «avrà quella continuità per cui siamo riusciti a lavorare in modo proficuo». Anche se rimane, nonostante l’ennesimo confronto in pochi giorni, un aspetto da chiarire non di poco conto: quello economico.

Già, perché se è vero che l’Enac gestirà l’aeroporto tramite la figura di un commissario ad acta, «prima volta che accade un caso simile», è anche vero che «abbiamo discusso il pacchetto economico per cui AirRiminum dovrebbe “finanziare” l’intera operazione: stiamo cercando di capire come può anticipare questi soldi», precisa ancora Palomba che ammette: «La somma prevista di 400mila euro potrebbe addirittura essere inferiore». Si potrebbe scendere addirittura verso i 300mila, ma sul conto finale da pagare si stanno limando alcuni dettagli.

Da Enac, infatti, sono arrivate delle rassicurazioni per cui le previste concessioni e autorizzazioni da dare ad AirRiminum, società che ha vinto la gestione dello scalo, potrebbero arrivare «già entro il prossimo 31 dicembre». Un’accelerazione, quindi, che potrebbe ridurre le spese della gestione e che potrebbe facilitare la conclusione di questa vicenda in cui i conti finali sono stati rimandati alla giornata di oggi, quando già dalle 8.30 gli stessi partecipanti si ritroveranno per «trovare una quadra dal punto di vista del denaro», conclude Palomba, il quale si dimostra fiducioso sull’esito finale: «Già essere riusciti a trovare la soluzione tecnica percorribile di una gestione Enac tramite commissario, che ci hanno detto non avere precedenti, è un passo molto importante. Ora ci rimane l’ultimo passo ma ho visto molta disponibilità da parte di tutti».

Intanto c’è un ricorso in vista, con questo intento il Consorzio per lo Sviluppo dell’Aeroporto di Rimini San Marino scrl e il Consorzio Abn a&b network sociale Società Cooperativa Sociale - ultimo arrivato al bando per la gestione - hanno presentato ieri ad Enac l’istanza per avere «accesso al fascicolo i verbali delle sedute della Commissione di gara, la documentazione amministrativa, l’offerta tecnica ed economica presentata dalla società prima classificata Airiminum 2014 srl».

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000