Martedì 06 Dicembre 2016 | 22:46

NONA EDIZIONE

Notte Rosa, tutto esaurito negli hotel

Notte Rosa, tutto esaurito negli hotel

Oggi sulla Riviera domina il colore rosa

RIMINI. Tutto esaurito a Rimini e Riccione, ci sono ancora camere libere a Bellaria, Misano e Cattolica. La Notte rosa conferma il suo grande appeal e si appresta ad invadere la Riviera. Questa sera è il grande giorno e in molti hotel della Riviera continuano a fioccare le prenotazioni. «Siamo quasi al completo - sottolinea il presidente dell’Associazione albergatori di Rimini, Patrizia Rinaldis -. Le richieste sono continuate anche oggi e sono in linea con quelle degli ultimi anni. Novità? Numerose famiglie hanno anticipato l’arrivo di un giorno, perché non volevano perdersi la festa».

 

Qui Riccione. Secondo il numero uno degli Albergatori di Riccione, Bruno Bianchini «si va verso il tutto esaurito. In questi giorni il lavoro non manca: vuoi per gli appuntamenti sportivi, vuoi per il bel tempo, vuoi per il Capodanno dell’estate. Dal punto di vista mediatico poi l’evento esercita una grande attrattiva. Magari si potrebbe ridiscutere il format: noi avevamo chiesto di spalmare la Notte rosa nell’arco di diversi giorni, potremo riparlarne in futuro».

Il sindaco Renata Tosi ieri ha però evitato la presentazione dell’iniziativa. Ma Bianchini non teme che la nuova giunta voglia prendere le distanze dalla festa: «Non credo volesse boicottare l’evento, ma c’è più di un dubbio sulla deriva che ha preso negli ultimi anni: ci sono episodi seri e pericolosi e il Marano è solo una fetta del problema».

Qui Cattolica. Anche il presidente dell’Aia di Cattolica Alberto Monetti avanza dubbi sulle date della manifestazione rosa. «Sarebbe auspicabile proporla all’inizio dell’estate, magari fra il 15 e il 20 giugno. Anche perché ultimamente luglio si sta consolidando bene fra i turisti anche perché pone meno dubbi di giugno dal punto di vista meteorologico».

E le prenotazioni? «Forse non sarà tutto pieno e ci sarà disponibilità fino all’ultimo momento. Ma è una cosa che si ripete ormai da due anni. I turisti richiedono uno, due o tre notti massimo, secondo un leit motiv partito da inizio stagione in base al quale il lavoro è tutto concentrato nel week-end, anche se i nostri operatori, tramite i pacchetti, puntano a vendere la settimana intera».

Qui Misano. Non si lamenta Iliana Baldelli presidente dell’Aia di Misano: «Non siamo al tutto esaurito ma le richieste (soprattutto per due notti) sono tante e gli hotel si stanno riempendo. C’è pure chi si ferma una sola notte».

Qui Bellaria Igea Marina. «Gli alberghi non sono strapieni ma il livello di occupazione è comunque buono, specie in un periodo a cavallo fra giugno e luglio che non è mai facile - afferma Fabrizio Agostini presidente di Turismhotels -. Registriamo molto interesse per gli eventi legati ai bambini sui quali la nostra città ha puntato negli ultimi due anni. Le due notti si stanno vendendo adesso, prima abbiamo cercato di piazzare l’intera settimana».

Curiosità: gli hotel associati al consorzio hanno fatto stampare 1.800 magliette che saranno distribuite ai clienti per la festa «gli stranieri non sono tanti, ma sono piacevolmente colpiti da questa manifestazione».

Oltre confine. Alla Notte rosa sono i turisti italiani a farla da padrone, ma anche gli stranieri apprezzano l’evento «tedeschi e svizzeri su tutti - chiarisce Ivan Gambaccini di Rimini reservation -. Al National c’è un nutrito gruppo di americani; mentre i russi, che sono il primo bacino estero della città, non mancano mai. Curiosità: nei 4 stelle c’è persino qualche ospite arabo. La Notte rosa è una manifestazione che non eguali su scala internazionale ed è molto sentita anche dagli stranieri».

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000