Venerdì 30 Settembre 2016 | 05:12

BILANCI MARTORIATI

Tagli da Roma, Vitali chiude le strade

Scure da due milioni sulla manutenzione della viabilità: «Il rischio è troppo alto»

 Tagli da Roma, Vitali chiude le strade

RIMINI. Indagato per omicidio colposo come la sua collega di Ferrara, Marcella Zappaterra, non ha alcuna intenzione di finirci. per questo motivo con l’ultimo taglio in arrivo da Roma, che potrebbe aggirarsi attorno ai due milioni di euro, il presidente della Provincia Stefano Vitali mette le mani avanti e va giù dritto prospettando la «chiusura delle strade provinciali: non voglio avere sulla coscienza gli incidenti delle persone».

Già perché la scure calata dalla Capitale si dovrebbe abbattere proprio sul capitolo dedicato alla manutenzione della rete stradale di Rimini, per cui la Provincia ha già stanziato a Bilancio, comprese le messe in sicurezza e i piani di intervento sulla segnaletica, 3 milioni e 175mila euro. Facile capire come la decurtazione del 60 per cento fa praticamente crollare il controllo delle strade.

Ed ecco spiegato perché Vitali, che resterà presiedente fino alla fine dell’anno - anche dopo la chiusura della Provincia prevista a fine mese - annuncia di essersi già mosso per adottare delle contromisure. «Il rischio è troppo alto - spiega -. Non si può pensare di fare dei tagli in corso d’anno sottraendo delle risorse fondamentali per il territorio in un settore delicatissimo come quello della viabilità stradale».

La soluzione che si prospetta è quella di chiudere «le strade provinciali, e stiamo parlando nel complesso di centinaia di chilometri, soprattutto nell’entroterra; strade spesso non semplici da percorrere e che, proprio per questo, dovrebbero essere oggetto di costante manutenzione». A cominciare proprio da quelle che sarebbero dovute essere oggetto di intervento nel 2014 e che invece saranno lasciate in condizioni non di sicurezza.

«Siamo estremamente preoccupati - prosegue Vitali - per la situazione che si verrà a creare anche perché il nostro Bilancio è stato approvato un mese fa e abbiamo fatto già ogni tipo di riduzione delle spese: a questo ulteriore ammanco non potremo sopperire in alcun mondo: l’ipotesi di chiudere le strade è molto concreta, le Province ne hanno facoltà».

Una scelta, quest’ultima, che è stata prospettata anche dalla Zappaterra, presidente della Provincia di Ferrara, che ha ricevuto un taglio da 1 milione e mezzo sempre sulla manutenzione delle strade e che, nelle scorse settimane, è stata indagata assieme all’assessore alla Viabilità per omicidio colposo, dopo che due ragazzi, alla guida di un’auto, sono precipitati da un ponte e annegati nel canale sottostante.

La parte che però più amareggia il presidente della provincia di Rimini è un’altra: i tagli alla viabilità sarebbero infatti stati dettati dalla necessità del governo di recuperare i fondi per coprire gli ottanta euro in busta paga. La famosa manovra del premier Matteo Renzi, su cui Vitali affonda il colpo: «In questo modo, con queste decisioni, viene confermato in modo ulteriore che determinate operazioni sono fatte a livello mediatico: tagliare sulla sicurezza per trovare gli 80 euro è scandaloso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000