LO STAGE RIFIUTATO

#nonveloilsorriso ragazza discriminata, valanga di foto

#nonveloilsorriso ragazza discriminata, valanga di foto

RIMINI. Nei giorni scorsi, il suo nome e la sua storia avevano catalizzato l’attenzione dei media locali e nazionali per quel rifiuto, da parte di un hotel di Cattolica di concederle uno stage a causa del velo islamica. Adesso, Omaima Razzag, la studentessa 17enne di origine marocchina protagonista, suo malgrado, della vicenda, torna al centro della scena grazie a una campagna su Twitter, #nonveloilsorriso lanciata da alcuni giornalisti del Corriere Romagna. Sul social network, ragazzi e ragazze, musulmani e non possono pubblicare una loro foto con un velo in testa: tra le diverse “istantanee”, oltre a quelle dei redattori del quotidiano locale anche una del presidente della Provincia, Stefano Vitali, fotografato con una scialle azzurro a coprire il capo davanti al gonfalone della provincia. L’hashtag, #nonveloilsorriso è legato a una affermazione di chi aveva sostenuto che con un velo il sorriso non si vede. Il direttore della struttura alberghiera, nei giorni scorsi, aveva chiesto alla scuola della giovane, l’istituto superiore del Turismo di Morciano, un incontro con la ragazza per parlare di un possibile futuro stage. Incontro - così riporta il blogger Brahim Maraad primo a segnalare la vicenda - che il direttore dell’hotel ha avuto, a scuola, con la 17enne e la sua famiglia.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

  • francesca

    02 Maggio @ 23.33

    smettetela con queste stronzate , pensate alle cose serie.... andate in Egitto per vedere se fanno lavorare le donne (vi assicuro che a Sharm El Sheikh o a Marsa Alam non c' e una donna egiziana che lavora , sono tutte a casa a badare i bambini .... pensate se ci va a chiedere una donna italiana se può fare lo stage con il velo o senza il velo visto che le donne italiane non lo portano ) , nei nostri alberghi uno deve assumere chi vuole mentre in Marocco un italiano non può andare a visitare una Mosche perche è vietato entrare nei luoghi sacri se non si è Mussulmani.

    Rispondi

  • filippo

    01 Maggio @ 10.31

    la sinistra oramai è alla canna del gas, ma dico SE UN NUDISTA VUOLE FARE UNO STAGE NUIDO GLI è PERMESSO IN NOME DELLA Libertà? o ci sono ancora regole? perché i poliziottti devono avere i capelli corti? E POI IN UN ALBERGO UNA PERSONA ASSUME CHI VUOLE non gli amici del PD

    Rispondi

Corriere Romagna (©) - 2017