logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

RICCIONE

Inquinamento, il Comune di Riccione tranquillizza i bagnanti: «Il Marano è in ottima salute»

L’assessora Lea Ermeti: «I prelievi Arpae, effettuati 4 giorni prima, parlano di acque del mare pulite»

di EMER SANI

07/08/2018 - 12:11

Inquinamento, il Comune di Riccione tranquillizza i bagnanti: «Il Marano è in ottima salute»

RICCIONE. «Ben vengano le sollecitazioni ma senza allarmismi». Così l’assessore all’Ambiente, Lea Ermeti, dopo i dati diffusi da Goletta Verde: su undici punti di costa monitorati in Emilia Romagna solo uno risulta fortemente inquinato «si tratta per l’ottavo anno consecutivo, della foce del Marano».

L’assessora Ermeti

«Sottolineo che le analisi ufficiali eseguite da Arpae, confermate e vagliate dall’Ausl, svolte in conformità alla normativa nazionale vigente, evidenziano un ottimo stato di salute delle acque di balneazione, compresa l’area del Marano. Il 25 luglio, solo quattro giorni prima dei prelievi effettuati da Goletta, il bollettino per i campionamenti effettuati e analizzati dagli organi preposti, Arpae e Ausl, ha dato un esito ottimo, in quanto i valori riscontrati sono stati quasi 5 volte sotto i limiti della legge nazionale».

I prelievi

La qualità delle acque cambia parecchio in base a dove vengono prelevati i campioni, se all’interno del fiume o se a qualche metro in mare dopo la foce. La Regione ha disposto il divieto permanente di balneazione in corrispondenza delle foci di tutti fiumi. «La qualità delle acque e la salute pubblica sono una priorità» per l’amministrazione riccionese. «Per questa stagione solo sul Marano sono stati programmati 10 cicli di analisi, il doppio rispetto agli specchi acquei di Riccione».

«In settimana, come da calendario, è previsto un controllo – prosegue Ermeti – e vorrei sottolineare che, nonostante questa sia stata l’estate più piovosa degli ultimi 12 anni, non abbiamo riscontrato problematiche particolari, ad eccezione di una giornata segnata da una “bomba d’acqua”, rientrata e subito risolta con il campione sostitutivo».

Sempre sotto la lente

I tecnici comunali prelevano campioni di acqua sia a monte che a valle della ferrovia, fino all’altezza dell’impianto di depurazione, per la ricerca di contaminanti microbiologici, spiegano dal Comune.

«Al Marano quest’anno abbiamo effettuato interventi di pulizia della foce lato sud, la rimozione di ogni ostacolo lungo il corso, la risagomata la foce, realizzato un intervento di ingegneria idraulica volto a migliorare il deflusso dell’acqua in mare. È in programma per la prossima settimana un ulteriore intervento di manutenzione della profilatura delle sponde del torrente. Siamo certi che questi interventi porteranno nel tempo benefici alla qualità delle acque del torrente Marano e della sua foce, e all’ambiente più in generale».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c