RIMINI

Divorzio breve, 431 gli addii consensuali dal 2015

Sempre più persone scelgono di dirsi addio senza passare dal tribunale

12/07/2018 - 17:54

Biotestamento per decidere se e come farsi curare  in caso di "futura incapacità"

RIMINI. Dal 2015 sono 157 gli accordi di separazione e 274 i divorzi sanciti davanti all'ufficiale dello stato civile nel Comune di Rimini. Da allora, infatti, in alternativa alle procedure giudiziali previste dal codice civile è possibile per i coniugi che intendano separarsi o divorziare avvalersi di una procedura più veloce. Durante il primo anno furono 59 i divorzi e 38 le separazioni effettuate, cresciute nel 2016 rispettivamente a 90 divorzi e 46 separazioni, e stabilizzate nel 2017 con 83 divorzi e 53 separazioni. Stesso trend quest'anno con 42 divorzi e 20 separazioni. In città, spiega l'amministrazione comunale, alle coppie che intendono separarsi o divorziare in modo consenziente, la legge permette di non doversi più recare in Tribunale, ma di poterlo fare direttamente negli uffici comunali di Stato civile, risparmiando soprattutto spese legali. “Un servizio che va nella direzione di sburocratizzare il più possibile i servizi ai cittadini, soprattutto in un ambito già così delicato come quello delle separazioni". Diritti civili e risparmio economico e di tempo per i cittadini, concludono da Palazzo Garampi, "sono i due grandi assi che reggono questo strumento che si conferma anno dopo anno".

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c