RIMINI

Al Mèni, gli chef fanno il “tutto esaurito”

Cucina protagonista per due giorni. Strette di mano, selfie e “ricette”: tutti vogliono il re Bottura

25/06/2018 - 11:16

Al Mèni, gli chef fanno il “tutto esaurito”

RIMINI. Gran pienone per la quinta edizione di Al Meni. Il circo mercato dei sapori si è aperto sabato con una festa a sorpresa per salutare la prima apparizione pubblica del neo eletto chef numero uno al mondo, Massimo Bottura.

Un flusso incessante di curiosi, ammiratori, turisti, gourmand, sin dalla mattina ha affollato piazzale Fellini per dare il benvenuto alla star Bottura, catapultato dal podio di Bilbao alle atmosfere circensi francesi del Cirque Bidon. Poi via agli show cooking e al mercato dei prodotti d’eccellenza, per raggiungere l’apice la sera, quando il grande pubblico ha preso d’assalto le postazioni dello street food stellato per lo spettacolo culinario degli chef protagonisti dell’evento.

La Whack a mole di Takahiko Kondo e il Pandistan di Simone Tondo hanno acceso i fornelli della grande cucina a vista sotto al tendone, dove sono sfilati altri 10 piatti d’autore: Alpine doughboy di Felix Schellhorn; cappelletti verdi di faraona al suo sugo di cottura e zabaione di parmigiano reggiano di Athos Migliari; Gamberi rosa, avocado, mortadella ghiacciata, burro al tè matcha, cicoria di Nikita Sergeev: Egg Benedict, bernese, spinacino di Claudio Di Bernardo; riso venere alla vietnamita di Celine Pham; lasagnetta di sfoglia verde, ragù di manzo al coltello e pecorino di Fabio Rossi; Baja Cauliflower taco di Santiago Lastra: taco di grano scozzese con guacamole di pistacchio, maionese al peperoncino, cipolla, pomodoro e gambo di cavolfiore; insalata di coniglio, verdure dell’orto, uovo di quaglia, sale di Cervia alla lavanda di Giovanna Guidotti; zuppa di pane, sgombro, mela di Pedro Pena Bastos. Fuori dal circo, file lunghissime sia nel mercato dei prodotti, sia davanti alle postazioni dello street food stellato e del gelato gourmet firmato Moca e Carpigiani. Gran finale sabato sera sulla battigia del bagno 17 per la festa 8 e 1/2notte alla presenza di Bottura e della sua brigata di chef, per festeggiare il protagonista assoluto dell’evento.

Ieri altra giornata super. Subito tutto esaurito per il Dejeuner sur l’herbe nei giardini del Grand Hotel, con la firma dello chef Claudio di Bernardo in collaborazione con il maestro di pasticceria Rinaldini. E poi ancora show cooking degli chef stellati: Daniele Minarelli, Lukas Mraz, Silver Succi, Garima Arora, Massimiliano Poggi, Tekuna Gachechiladze, Max Mascia, Katsumi Ishida, Alberto Faccani, Adrian Klonowski, Terry Giacomello e Paulo Airaudo.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c