RIMINI

Al Mèni, tornano gli chef per una festa stellata

Sabato e domenica il tendone apre in piazzale Fellini. Bottura guiderà ancora show cooking e degustazioni

di ERIKA NANNI

20/06/2018 - 10:16

Al Mèni, tornano gli chef per una festa stellata

RIMINI. Mani che producono, mani che creano e costruiscono sogni, sapori e profumi. Un viaggio attraverso i continenti, tra cultura e tradizione. Al Mèni torna a Rimini sabato e domenica prossimi, all’ombra del tradizionale tendone colorato del circo 8 e ½ in piazzale Fellini. Show cooking con chef internazionali, presidi slow food e l’artigianato di Matrioska lab saranno gli ingredienti che caratterizzeranno la quinta edizione di quello che, come ha spiegato ieri alla presentazione al Grand Hotel il sindaco Andrea Gnassi, «non è un evento, ma un’esperienza». Un’esperienza per la prima volta non solo di giorno ma anche di notte: sabato sera si accenderanno le luci al bagno 17 con la festa “8 e ½ notte, dalle 23 in poi”.

Il gruppo dei maghi dei fornelli

Dal titolo di una poesia di Tonino Guerra, “Al Mèni”, le mani, in dialetto romagnolo, porterà tra la spiaggia e il Grand Hotel un circo unico dei sapori, in cui ventiquattro chef, in coppia, si alterneranno nella grande cucina a vista per creare piatti unici a prezzi da street food. Tra le stelle della cucina, non può che brillare lo chef Massimo Bottura, ideatore, cinque anni fa, della manifestazione stessa. Tra i cuochi internazionali, anche le giovani chef Arora e Tekuna, dall’India e dalla Georgia, il polacco Adrian Klonowski e il giapponese Katsumi Ishida. A fare gli onori dell’Emilia Romagna ci saranno invece Daniele Minarelli, Giovanna Guidetti, Massimiliano Mascia , Alberto Faccani, Agostino Iacobucci, Massimiliano Poggi, i riminesi Silver Succi e Claudio Di Bernardo del ristorante Quarto Piano e del Grand Hotel di Rimini, oltre a Fabio Rossi e Terry Giacomello. Show cooking dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19 fino alle 23 in entrambe le giornate.

I personal shopper

Nel piazzale che circonda il colorato circo 8 e ½, saranno invece allestiti gli speciali punti street food stellati. Tra questi, la macelleria Zivieri, lo stand del ristorante di Rimini Quartopiano e quelli di Sangiovesa, Tenuta Saiano e Vermuteria. «Ad Al Mèni si potrà anche fare la spesa - racconta Laura Giorgi, in rappresentanza dell’associazione Slow Food -. Sono programmati quattro incontri, in cui un personal shopper farà da guida tra i banchi del mercato, alla scoperta dei prodotti e dei contadini, fornendo consigli speciali per fare una spesa più consapevole e informata». Frutta, verdura, carne e selvaggina, accompagnate inevitabilmente da vino, birra e golosità come il gelato gourmet, ideato dagli chef. «Un tendone pazzesco di sogni e di viaggi – afferma il sindaco Gnassi – che dalla via Emilia va nel mondo e torna poi a Rimini».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c