RIMINI

Droga al Music inside festival: sette arresti

Il fiuto dei cani consente la cattura degli spacciatori

02/05/2018 - 11:32

Droga al Music inside festival: sette arresti

RIMINI. Sette persone arrestate, cinque denunciate. 150 grammi di droga sequestrata. E' il bilancio dell'operazione "Moon light al Mif" della questura di Rimini al Music inside festival che ha avuto il suo clou nella notte tra il 30 aprile e 1 maggio quando in consolle si sono alternati Dj di fama mondiale come Adamport, Daxj,Djkoze, Ilario Alicante, Jack Master. Evento che oltre a tanti appassionati della musica, come facilmente immaginabile, ha attratto spacciatori e borseggiatori. Ottanta i poliziotti della questura di Rimini impegnati nel servizio in fiera, dove sono stati impegnati anche il Reparto mobile di Senigallia, personale delle unità cinofile antidroga e antisabotaggio. Massiccia anche la presenza di carabinieri, guardia di finanza, polizia municipale. Ecco i numeri del servizio fatto dalla polizia riminese. Il fiuto dei cane antodroga e l'occhio vigile del personale in borghese mischiatosi tra i giovani ha permesso di arrestare quattro pusher italiani (un casertano, un teramano, un milanese e un cosentino) d'età compresa tra i  18 e 25 anni. Sequestrati complessivamente 42 grammi di marijuana e altrettanti di hashish. Dieci di ketamina, 10 di ecstasy e 10 di cociana, tre grammi di metanfetamina, una ventina di spinelli e quasi un grammo di oppio. Cinque le persone segnalate alla prefettura  quali assuntori di stupefacenti. Tre giovani peruviani sono stati ammanettati poco dopo aver derubato una ragazza, mentre un 26enne di Lucca è stato denunciato a piede libero per aver cercato di ricaricare la carta per le consumazioni con una banconota da 20 euro palesemente falsa.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c