RIMINI

Prende a calci un cane: denunciato

L'animale maltrattato nell'area di sgambamento è un dogo argentino

05/04/2018 - 14:35

Prende a calci un cane: denunciato

RIMINI. E’ giunta martedì,  al numero delle segnalazioni delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente,  la chiamata di un cittadino il quale comunicava che il suo cane era stato aggredito con un forte calcio da un soggetto all’interno dell’area di sgambamento al Parco Marecchia. "Il segnalante - si legge in una nota - comunicava anche che all’interno dell’area in quel momento vi erano altre persone. Le Guardie, individuato chi, in quel momento si trovava all’interno dell’ area, hanno provveduto a sentire le loro dichiarazioni, mentre in un altro momento veniva sentito anche il proprietario del cane aggredito, un dogo argentino, che spavento a parte pare non abbia subito grosse conseguenza a livello di salute anche grazie alla sua mole e alla sua muscolatura". Gli inquirenti così, avendo un quadro abbastanza chiaro su quanto accaduto ed individuato il responsabile del gesto, provvedevano a deferirlo in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria con le accuse di maltrattamento di animali.

L’attività delle Guardie Ecozoofile però non si è limitata a questo.

Infatti, nel corso del consueto controllo del territorio, si verificava anche la segnalazione di alcuni cittadini all’interno di un Parco nel Comune di Rimini i quali segnalavano che ogni tanto in alcuni punti dell’ area venivano gettati bocconi sospetti.

"Giunti sul posto le Guardie non rinvenivano nulla - si legge ancora nella nota -, quindi momentaneamente non è stato possibile individuare né il tipo di bocconi né eventualmente il responsabile di questi gesti. Le Guardie ricordano che chi venisse sorpreso a gettare a terra bocconi avvelenati rischia una denuncia penale per getto pericoloso di cose, nonché per maltrattamento o uccisione di animali qualora dal loro gesto gli animali subiscano danni alla salute oppure la morte".

Chiunque volesse segnalare alle Guardie Ecozoofile maltrattamenti di animali, trasporti illegali di animali d’affezione, attività di pesca di frodo, combattimenti clandestini o corse clandestine di animali può segnalare i fatti di sua conoscenza al numero 3703131006, meglio se messaggi WhatsApp, magari correlati da alcune foto o video.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c