RIMINI

Ragazzini bivaccano sulla scala di una casa. «Ho paura ad entrare»

Sono una ventina, bottiglie e bicchieri di vetro abbandonati. Una residente: «Mi sento minacciata»

27/02/2018 - 13:07

Ragazzini bivaccano sulla scala di una casa. «Ho paura ad entrare»

RIMINI. La scala d’ingresso di un condominio trasformata in un bar. Bottiglie di vetro e bicchieri abbandonati sui gradini, vetrata del portone rotta, frotte di ragazzini seduti e in piedi che occupano ogni centimetro possibile di spazio.

Succede nel fine settimana nel centro di Rimini. Per l’esattezza in un palazzo che si affaccia su piazza Malatesta, dove una ventina di giovani (e anche più) hanno scambiato l’ingresso di un’abitazione per il loro circolo personale.

I dieci gradini per accedere al portone, diventano off-limits: chi ci abita fatica a passare persino chiedendo permesso.

E se alla fine i ragazzi si spostano, lo fanno con grande fastidio. Tanto che la pazienza dei residenti è veramente allo stremo.

La protesta

Una donna che abita nel palazzo è davvero arrabbiata e, onestamente, è difficile darle torto.

Racconta così tutto il disagio che prova: «La scalinata privata di un condominio che si affacciano su piazza Malatesta è diventata il ritrovo di giovani che abusano di alcol e non solo. Spesso compiono atti vandalici». Sabato notte è stata rotta la vetrata del portone, poi riattaccata alla bene e meglio con un po’ di scotch dai residenti: chi sia il responsabile non si sa, ma i sospetti non portano lontano.

«È giusto – si domanda la signora – che chi ci abita debba temere di rientrare a casa per le reazioni di questi soggetti che invadono la scala? E quando gli si chiede permesso per entrare in casa propria non si spostano: anzi, con arroganza velatamente minacciano». Ma non basta: «Auto parcheggiate davanti al cancello condominiale malgrado il divieto di rimozione, oltre a un bel cartello grande Non parcheggiare, tanto da impedire l’ingresso persino ai pedoni. I vigili urbani intervengono ma non fanno multe né rimozioni perché tanto il prossimo sabato è ancora così . Cosa? Ma dove andiamo finire?. La riqualificazione di Castel Sismondo e del Teatro Galli non dovrebbe impedire, anzichè incentivare, fenomeni di questo tipo?»

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c